skin adv

Rappresentativa Allievi, i convocati. Crisari: "Ecco il mio dream team"

 18/04/2017 Letto 2108 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    RAPPRESENTATIVA





Ormai è una questione di ore. I pullman già scaldano i motori per iniziare il viaggio verso il Torneo delle Regioni di Puglia 2017 che vede il Lazio partire da protagonista in tutte le categorie, con l’obiettivo dichiarato di arricchire ulteriormente la bacheca più prestigiosa del Futsal italiano. Silvio Crisari, selezionatore della Rappresentativa Allievi, ha in mano la lista dei dodici atleti che faranno parte della selezione laziale. “Finalmente ci siamo. Sembra ieri aver disputato quella finale a Courmayeur ed invece è passato già un anno (anzi qualcosa in più, visto che lo scorso anno il Torneo delle Regioni si e' disputato qualche settimana prima). Come tutti gli anni, la selezione e la ricerca nel territorio e' stata la fase più complessa, la regione Lazio è vasta e noto con piacere che la qualità che si trova in ogni società cresce molto velocemente”.


Come è andata la fase di selezione?
“Abbiamo organizzato ben quindici raduni, per i quali ho il dovere - ma soprattutto il piacere -  di ringraziare tutte le società che ci hanno ospitato sempre con molto riguardo. Più di cento i ragazzi che per merito sportivo sono stati presenti a questi raduni, a loro vanno i miei più grandi complimenti visto che tutti si sono sempre comportati da veri professionisti, rispondendo puntualmente alle convocazioni e dimostrando di avere qualità umane e sportive veramente notevoli”.

Hai raccolto indicazioni utili dalle finali di Elite, tra Lazio e Roma 3Z?
“Approfitto di fare i complimenti alle due vincitrici dei titoli regionali: SS Lazio per la categoria giovanissimi e History Roma 3z per la categoria allievi, qui un ringraziamento particolare va all'amico Vincenzo D'Avino che ha messo in piedi un collegamento streaming incredibile, consentendomi di poter vedere la finale dall'altra parte del mondo. Entrambe le squadre saranno rappresentare da un giocatore: Calzetta per la Lazio e Filipponi per L'History. Entrambi sono stati protagonisti (insieme a Peroni della Cioli Cogianco) dello scorso Torneo delle Regioni, quest'anno Dario Filipponi sara anche capitano di questa rappresentativa e Marco Calzetta il vice, insieme a Christian Peroni sono ragazzi modello, in campo e fuori, quest'anno tutto il lavoro e' stato costruito intorno a loro”.

Allenare una Rappresentativa è fondamentalmente diverso dall’allenare una squadra di club?
“Sì, lo ho sempre detto, allenare una rappresentativa e allenare un club sono due cose molto differenti. Le due regole che mi sono sempre imposto nella composizione di una rappresentativa sono: la prima di carattere etico e la seconda di carattere tecnico/tattico. Sulla prima ho sempre cercato ragazzi con principi sani, intelligenti, volenterosi, con i quali poter compiere un percorso breve ma che lasci dei valori importanti anche dopo la rappresentativa. Sulla seconda ho sempre cercato di comporre il puzzle inserendo i tasselli giusti al proprio posto, tenendo in considerazione le qualità e le esigenze del mini blocco iniziale ed inserendo i vari ragazzi di volta in volta a seconda delle esigenze della rappresentativa stessa”.

Senza svelare troppi segreti, puoi dirci quali sono le caratteristiche della tua Rappresentativa?
“Quest'anno siamo una rappresentativa con un alto tasso di qualità tecnica in ogni singolo elemento, meno fisici ma più brillanti, facendo un paragone con il calcio a 5 europeo moderno più Spagna che Russia, quello dove puntiamo molto però è l'organizzazione. Senza di quella non si vince mai. La tecnica al servizio del collettivo”.

Felicità per i dodici, ma anche, come tutti gli anni, un pizzico di delusione per chi resta a casa?
“Vorrei spendere una parola nei confronti dei ragazzi non partenti, la dura regola dei 12 lascia a casa molti talenti, mai come quest'anno fino alla fine ci sono stati ragazzi a contendersi una maglia, alcuni elementi quest'anno sotto età sono certo che il prossimo vivranno questa esperienza da protagonisti, su altri purtroppo hanno pesato scelte dettate da esigenze, come spiegavo sopra, di "completezza" di rosa, credo comunque si sappiamo mettere in evidenza nei propri campionati e nelle future convocazioni delle nuove nazionali”.

Un pensiero per qualcuno in particolare?
“Vorrei spendere due parole per un portiere, Massimiliano Ciarrocchi, che, per il secondo anno consecutivo, arriva fino alla fine e per motivi differenti all'ultimo momento non è possibile sceglierlo. Un ragazzo molto in gamba, che sta dedicando energie e passione a questo sport. A lui vanno i miei più grandi in bocca al lupo per un veloce e completo, sono certo che saprà togliersi le soddisfazioni che merita”.

Per concludere?
“Un grande incoraggiamento a tutte le altre rappresentative che, come lo scorso anno, hanno lavorato sodo per far sognare un intero movimento, augurando a tutti gli staff di tornare con più trofei possibili. Ai miei collaboratori dico semplicemente GRAZIE! Senza di Voi tutto questo lavoro non sarebbe stato possibile”.

I CONVOCATI

Alessio Cantina, Matteo Bellucci (Brillante Torrino)
Federico Palmegiani (Accademia)
Federico Quagliarini, Christian Peroni (Cioli Cogianco)
Dario Filipponi (History Roma 3Z)
Gianluca Ferretti, Valerio Bernardini, Simone Eleuteri (Futsal Lazio Academy)
Simone Achilli (Olimpus Roma)
Marco Calzetta (Lazio)
Gabriele Pandolfi (Real Rieti)


Marco Giustinelli




COPIA SNIPPET DI CODICE