skin adv

#futsalmercato, l'Imola si rimette in moto. Pedrini: "A breve l'incontro con Brunori"

 16/05/2017 Letto 990 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    MA GROUP IMOLA





L'INTERVISTA - A mente fredda, la cocente eliminazione dai #playoff2017 senza perdere mai un incontro - che fa il palio con l'uscita sempre nei quarti di Coppa Italia, fuori ai rigori con il Pescara - si trasforma in orgoglio. Orgoglio di appartenenza a una MA Group Imola ancora più emblema di un'intera città che si sta appassionando maggiormente al futsal, grazie al sodalizio di Brunori. Orgoglio per un club che al primo anno di Serie A ha ottenuto dei risultati straordinari, dimostrando che lavoro, passione e organizzazione, spensieratezza e un pizzico di sana follia, valgono più dei soldi, molto spesso sperperati da tante società.


BRUNORI - "La fine di una stagione, coincide con l'inizio di quella successiva". Matteo Brunori è un presidente che vive al futuro, rendendolo presente. "Siamo già al lavoro per la prossima annata, per non deludere il nostro meraviglioso pubblico che si è fatto sentire fino a Napoli - posta il numero uno rossoblù, direttamente sulla sua pagina facebook - grazie Imola. Grazie MA Group. Grazie grande cuore rossoblù". Anno nuovo, hashtag vecchio: "Si ricomincia - conclude - #testabassaelavorare".


PEDRINI - "Sono orgoglioso dello spettacolo messo in campo da due squadre che non hanno mai mollato". Toltasi quell'inusuale giacca e cravatta, dopo aver dormito in stanza con Vignoli e mandato giù l'amaro calice dell'eliminazione dalla corsa scudetto, Vanni Pedrini torna ad essere il solito Vanni Pedrini. Con tanto di paragone pugilistico. "Ce le siamo date di santa ragione noi e il Napoli - sorride - fino all'ultimo round, loro hanno vinto ai punti, ma nessun rimpianto". Nessun rimpianto, dunque, nemmeno per essere usciti da una competizione nuovamente senza perdere. "Da allenatore ci pensi e ci ripensi a cosa altro si poteva fare - ammette - ma alla fine no, non ho nessun rimpianto. Una squadra giovane come la nostra deve far tesoro di tutto ciò".


FUTSALMERCATO - Il credo di Pedrini, abbinato a dei risultati impensabili per chiunque, già da tempo ha fatto scattare delle sirene di futsalmercato sul tecnico di Dozza. E' dalla Final Four di Cercola che gravitano dei rumors sull'allenatore rossoblù. Un allenatore troppo impegnato a lavorare per dar retta agli spifferi che aprono strade diverse da quelle dell'Imola nell'immediato futuro. "Io non ho parlato con nessuno". Lo dice senza sorridere, il che vuol dire che è serissimo. "Non abbiamo avuto tempo per parlare con il presidente - rivela - a breve ci incontreremo. Non siamo una macchina perfetta, ma possiamo migliorarci". A sensazione, Pedrini può restare ad Imola. Non prima di quell'incontro con Brunori e, soprattutto, di un comunicato ufficiale.


Pietro Santercole





Pubblicità