skin adv

Immenso Jubanski: batte il cancro e torna a giocare. Agenore Maurizi: "Un leone!"

 23/02/2018 Letto 2274 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ITALIA





Una storia a lieto fine. Dopo aver brillato di luce propria in Italia - conquistando due scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe, sempre con la Luparense, esperienze anche con BNL, Roma, Bisceglie, Lazio, Real Rieti e Cagliari  - indossato per 38 volte la maglia Azzurra (segnando 14 reti) e conquistato un argento a Oporto 2007, un bronzo a Euro 2005 e un altro terzo posto ai Mondiali brasiliani del 2008, Jocimar Jubanski conquista la sua vittoria più grande, sconfiggendo un cancro all'intestino. 25 sedute di radio chemioterapia in sette mesi, grazie all'aiuto della sua splendida famiglia, a 40 anni, la stella di Canoinhas torna a calcare i campi di gioco di calcio. Standing ovation per te, Juba.


REAZIONI - Non tardano ad arrivare tanti attestati di stima e di affetto per l'ex Nazionale Azzurro. In primis Agenore Maurizi, uno che conosce molto bene Juba, e lo omaggia direttamente sulla sua pagina facebook.

Pietro Santercole
*Foto: FIFA




COPIA SNIPPET DI CODICE