skin adv

#futsalmercato, Checchi aspetta la chiamata giusta: “Voglio rimettermi in gioco”

 21/06/2018 Letto 188 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    VARIE





Ivano Checchi è sul mercato. Pronto ad ascoltare ogni tipo di proposta, senza preconcetti: “Non ho grandi pretese, mi piace allenare e lavorare sul campo - spiega il tecnico -. La categoria non conta, se qualcuno crede in me, sono disponibile a fare una chiacchierata”.


Schietto, sincero, spontaneo. Dopo una stagione sfortunata, la voglia di rimettersi in gioco è tanta: “Non parlo da mesi, quindi ci tengo a fare una premessa. Voglio ringraziare la dirigenza del Castel Fontana. Tutte brave persone, gente che rispetto e che stimo. Ho già vissuto due esperienze con questa società, chissà che in futuro non ce ne sia un’altra”. L’allenatore ammette senza problemi le proprie colpe: “È stata un’annata negativa. Dovevo dare e fare di più. Ho sbagliato soprattutto a livello comportamentale, ma mi sono assunto le mie responsabilità”. Le strade di Checchi e del Castel Fontana si sono separate a febbraio: “A malincuore, perché la squadra era competitiva e poteva togliersi belle soddisfazioni. Purtroppo, lo ripeto, la colpa è stata principalmente mia. Ho avuto un atteggiamento sbagliato verso alcuni ragazzi, per questo chiedo scusa”.


Sbagliare è un umano. L’importante è riconoscere i propri errori e chiedere scusa. Cosa che Ivano Checchi ha sempre fatto: “Adesso sono pronto a rimettermi in gioco. Ci sono alcune cose in ballo, ma nulla di definito. Diciamo che sono sul mercato, vediamo cosa uscirà fuori. Sono alla finestra e aspetto la chiamata giusta”. La categoria non conta: “Va bene anche il settore giovanile. A me piace allenare e avere alle spalle una società con cui potermi confrontare in maniera aperta. Le pretese le lascio agli altri”.


Antonio Iozzo