skin adv

Active, la prudenza non è mai troppa. Martinelli: “Subito l’approccio giusto”

 13/03/2019 Letto 162 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    ACTIVE NETWORK





Per il giovane calcettista classe ‘95, ex Rieti e Olimpus, meglio tenere i piedi per terra. Alla vigilia di due impegni non troppo proibitivi sulla carta, Alessio Martinelli non cade in facili illusioni, convinto che nessuno abbia intenzione di buttare punti nella fase finale di stagione.

STATO DI SALUTE - “Sicuramente abbiamo ricaricato le batterie, grazie a questa settimana di sosta, e siamo pronti per le due partite con Juvenia e Atletico New Team . Stiamo lavorando bene giorno dopo giorno, arriveremo alla partita di sabato bene sia mentalmente che fisicamente”, Alessio Martinelli considera positive le due settimane intere senza futsal giocato. Un marzo a due soste, pieno quindi di stop’n’go, non ha pregiudicato, secondo il classe ‘95, lo stato di forma degli orange. Anzi ha concesso al sodalizio di patron Fusi la possibilità di essere ancora più pronti per il ritorno sui parquet. “Ognuno di noi ha delle qualità che servono alla squadra, insieme sappiamo di essere una squadra forte e crediamo che con l’impegno e il sacrificio i risultati arrivino. Anch’io mi trovo benissimo con questo gruppo, darò il massimo per la società”.

PROSSIMI IMPEGNI – Dopo il trionfo del Real San Giuseppe nella Final Eight di Coppa Italia, la cadetteria torna in campo con gli ultimi due impegni del mese di marzo. Sabato Ceppi e i suoi saranno impegnati al PalaGems, il 23 affronteranno in casa l’Atletico New Team. “Credo che, per filosofie di gioco, la partita sarà simile a quella col Foligno. Però dobbiamo approcciarla subito nel modo migliore e non commettere lo stesso sbaglio che abbiamo commesso due sabati fa”. Le gare all’orizzonte non sono da considerarsi eccessivamente proibitive: lo Juvenia si gioca la salvezza mentre il club di San Basilio (una delle tre squadre ad aver battuto gli orange all’andata) è in caduta libera da fine dicembre e ora neanche sicura di andare ai playoff. Ma Alessio diffida dei numeri e ostenta un’incrollabile prudenza. “Dovremo dare il massimo per vincere, come sempre. Il Foligno ci ha insegnato che nessuna squadra vuole perdere punti in queste ultime gare di campionato, quindi servirà attenzione massima”. E servirà non sbagliare più, per continuare a sperare nel titolo.


Marco Panunzi





Pubblicità