skin adv

Mirafin: Djelveh fa 100. Ma niente playoff. "Volevo festeggiare in modo diverso"

 20/04/2019 Letto 199 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    MIRAFIN





La Mirafin esce definitivamente dalla lotta play off con la sconfitta contro l'Aniene per 6-4. Il prologo di giornata è dedicato a Djelveh che viene premiato con una maglia celebrativa consegnata dal presidente Mirra per le 100 presenze con questa società. A fine gara Djelveh ci dice: "avrei voluto festeggiare questo traguardo con una vittoria, pazienza, vorrà dire che ritenterò il giorno della duecentesima".
 
LA PARTITA - Dobbiamo evidenziare che la Mirafin ha offerto ai suoi tifosi un' ottima prestazione, malgrado le assenze di Mazzuca e Moreira, e per lunghi tratti della gara ha condotto il gioco con disinvoltura. L'unico risultato per i rossoblu è vincere ed i Pometini ci provano subito ad indirizzare la gara nel verso giusto, Gioia colpisce la traversa al 2', mentre al 3'29'' Nuninho porta in vantaggio i suoi. La squadra di Salustri impone un ritmo infernale mettendo in grande difficoltà l'Aniene, fino ad arrivare al raddoppio con Nuninho abile a chiudere sul secondo palo un assist di Gioia. L'Aniene sotto per 2-0 esce dal guscio e Sanna, inspiegabilmente lasciato solo dalla difesa di casa, accorcia le distanze, mentre è Douglas, al 16', a ristabilire la parità al termine di un'azione confusa. La Mirafin inizia ad essere meno lucida ma continua a cercare la rete con tutte le forze impegnando severamente Di Ponto con Gioia e Rengifo. Al minuto 18' però viene concesso agli ospiti un rigore dubbio per un presunto fallo di mano di Rengifo, Sanna dal dischetto non si fa pregare e per la prima volta porta in vantaggio i suoi.  Prima del riposo, la Mirafin confeziona un'azione da manuale conclusa con un tiro in corsa di Nuninho che fa saltare in piedi la tribuna ma che finisce a lato di un soffio. Nella ripresa la Mirafin sotto per 3-2 cerca subito di recuperare, e ci riesce dopo solo un minuto grazie a Gioia che indovina l'angolo basso alla sinistra del portiere. La partita diventa troppo fallosa, una bagarre nella quale Batata si trova a proprio agio ed al 7' ne approfitta per siglare il 4-3 dell'Aniene. All'8' Joca Santos non è fortunato, tira dai sei metri a botta sicura ma centra Di Ponto, sulla respinta il folletto della Mirafin calcia a portiere battuto ma centra l'incrocio dei pali. Da qui in poi le assenze si fanno pesanti perchè prima è Gioia che deve uscire dal campo con una caviglia gonfia senza avere la possibilità di rientrare  e, qualche minuto dopo, tocca a Rengifo ad uscire dal campo dopo un contrasto che fa temere il peggio. Il giocatore venezuelano viene subito soccorso dallo staff medico e successivamente condotto immediatamente ad effettuare i necessari esami strumentali che non evidenziano le temute fratture. Malgrado tutto ciò e' una Mirafin battagliera che non si arrende mai, arriva a calciare anche il tiro libero che vorrebbe significare pareggio ma De Filippis, entrato a difendere i pali per l'occasione, para e sulla ripartenza è Medici a siglare la rete del 3-5. Al 10' grande azione di Djelveh che serve sul secondo palo Emer per accorciare le distanze. Fioravanti ha l'occasione per pareggiare i conti ma l'ultimo acuto è di Sanna lesto a spedire in rete una ribattuta di Martinelli. La Mirafin tenta la carta del portiere di movimento, cerca anche di ricorrere a forze fresche inserendo in campo Morale, ma la partita è oramai segnata e l'Aniene si porta a casa i 3 punti.

Ufficio Stampa Mirafin




Pubblicità