skin adv

Reali ha visto Liverpool-Barcelona: "Lazio, ad Arzignano con la testa giusta"

 09/05/2019 Letto 267 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    S.S. LAZIO





Quattro gol di vantaggio sono tanti, ma guai a rilassarsi troppo. “Quello che è successo al Barcellona deve servirci da lezione”, il messaggio di Fabrizio Reali in vista del playout di ritorno contro l’Arzignano. “Se la squadra più forte del mondo può uscire in quel modo, vuol dire che di certo non c’è nulla”.
 
LA RIFLESSIONE Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. Il 5-1 del PalaGems ha avvicinato la Lazio alla salvezza, ma ora serve un ultimo sforzo: “Come abbiamo vinto noi con quattro reti di scarto, possono riuscirci anche loro, soprattutto se non entriamo con la testa giusta”. Il tecnico biancoceleste ribadisce più volte il concetto: “Non è ancora fatta. Chiedo ai ragazzi la massima attenzione: quello che è successo in Champions spero abbia fatto riflettere anche loro”. Meglio evitare brutte sorprese: “Voglio dei giocatori mentalmente pronti, perché in queste gare la testa conta troppo. Spero che tutti ricordino quello che abbiamo passato durante l’anno: sconfitte, batoste con dieci gol presi, momenti difficili. Adesso abbiamo un’opportunità da sfruttare: non farlo sarebbe un peccato”. Poche indicazioni, una sola raccomandazione: “Non dobbiamo mai uscire dalla partita, cosa che ha fatto l’Arzignano all’andata. Dopo un primo tempo giocato anche meglio di noi, i veneti, preso l’1-0, si sono sciolti. Qualunque cosa accada, non possiamo permetterci un errore del genere - il monito di Reali -. Vantaggio o svantaggio, la partita è lunga: voglio una squadra sempre sul pezzo”. La salvezza è vicina, ma va ancora conquistata sul campo. 
 
Ufficio stampa Lazio



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità