skin adv

Amoroso-Marcio: gli infiniti. A come Arzignano, rimontona e salvezza

 11/05/2019 Letto 422 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    ARZIGNANO





Doveva vincere con cinque gol di scarto entro i 40' effettivi. L'ha fatto, al termine di una partita palpitante, nonostante la rete in avvio incassata e con la premiata ditta Amoroso-Marcio, a 1'24" dal suono della sirena. L'estasi berica a 2" dalla fine, con il sigillo di Zanna Bianca. Il 9-3 biancorosso vale la permanenza in A, condannando la Lazio alla retrocessione. Il giorno dopo, l'Arzignano si gode la stampa locale.
 
 
ARZIGNANO-LAZIO 9-3 s.t. (5-2 p.t.)
ARZIGNANO: Pozzi, Jesùs Murga, Boschetto, Marcio, Rosa, Linhares, Tres, Amoroso, Salamone, Zarantonello, Motta, Paulinho, Houenou, Marzotto. All. Lopez
LAZIO: Espindola, Biscossi, Gedson, Chilelli, Vieira, Giulii Capponi, Raul Rocha, De Lillo, Bizjak, Lupi, Capozzi, Beltrano. All. Reali
MARCATORI: 7’24” p.t. Rocha (L), 8’47” Amoroso (A), 9’34” Paulinho (A), 11’29” Linhares (A), 14’21” Murga (A), 15’33” Bizjak (L), 18’48” Linhares (A), 5’08” s.t. Paulinho (A), 8’47” Amoroso (A), 10’48” Rocha (L), 18’36” Marcio (A), 19’58” Amoroso (A)
AMMONITI: Biscossi (L), Salamone (A), Tres (A), Giulia Capponi (L), Houenou (A), Chilelli (L), Pozzi (A), Amoroso (A), Bizjak (L), Murga (A), Rocha (L)
ESPULSI: 9’23” s.t. Salamone (A) per somma di ammonizioni
ARBITRI: Lorenzo Cursi (Jesi), Vincenzo Brischetto (Acireale), Giulio Colombin (Bassano del Grappa) CRONO: Fabio Pozzobon (Treviso)
 
Pietro Santercole




Pubblicità