skin adv

Roma, Di Vittorio si gode la salvezza: "Abbiamo acquisito la giusta mentalità"

 22/05/2019 Letto 240 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Chiara Masella
Società:    ROMA CALCIO A 5





La A.S. Roma Calcio a 5 conquista meritatamente la salvezza: il successo nel playout dà ai giallorossi la certezza di disputare la Serie A2 anche nella prossima stagione. Nel doppio confronto con il Prato, i giallorossi di Emanuele Di Vittorio brillano: il 4-1 di Prato, a posteriori, si rivela fondamentale e rende vana l’affermazione per 6-5 dei lanieri al PalaFrascati nel match di ritorno.

DI VITTORIO - Il grande condottiero della stagione della A.S. Roma Calcio a 5 è mister Emanuele Di Vittorio, che, insieme ai suoi giovani ragazzi, ha raggiunto meritatamente la salvezza: “Quella con il Prato è stata una gara giocata sui nervi, la posta in palio era molto alta. Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, contenendo gli avversari, che dovevano recuperare i tre gol di svantaggio. Abbiamo pagato i primi cinque minuti del secondo tempo: non siamo rientrati in campo, andando sotto 3-1, poi l’abbiamo ribaltata fino al 4-3 per noi. In seguito, abbiamo commesso l’errore di essere troppo leggeri, subendo di nuovo la rimonta avversaria. Per quanto questa squadra sia giovane, comunque, ha un grande carattere e abbiamo portato la partita dalla nostra parte, meritando la salvezza. La chiave di questo playout è stata la grande condizione fisica e mentale: la squadra nel girone di ritorno è andata sempre più in crescendo, offrendo prestazioni ottime su tutti i campi. La vittoria di Prato ne è la testimonianza: siamo andati lì giocando una delle nostre migliori partite, con la giusta cattiveria e la giusta intensità”.

BILANCIO - Il difficile avvio di stagione è stato annullato dalla grande crescita della rosa di mister Di Vittorio, la riprova è l’ottimo girone di ritorno: “Il bilancio è negativo per la prima parte della stagione, ma sapevamo che una squadra composta da tutti ragazzi del ‘98, ‘99’, 2000 e 2001, molti dei quali al primo anno di A2, avrebbero pagato un po’ l’inesperienza. Nel girone di ritorno abbiamo cominciato ad acquisire la giusta mentalità: il gruppo ha preso consapevolezza, anche nelle gare contro le più forti siamo usciti a testa alta, tra gli applausi di avversarie come Tombesi, Ostia, Aniene 3Z. Piano piano il bilancio è diventato positivo, l’apice è la permanenza in A2”.

SGUARDO AL FUTURO - Di Vittorio, al suo terzo anno di A2, ha lavorato sempre con rose giovani, che ha saputo valorizzare e portare a un alto livello: "Conquistare la salvezza con questo marchio storico e di così grande importanza, nell’anno del suo ritorno nel nazionale, è per me motivo di grande orgoglio. È stato un grande lavoro, intenso per tutto l’anno: i ragazzi non si sono mai risparmiati, abbiamo fatto anche triple sedute quando le cose non andavano per il verso giusto. Ora è il momento di goderci questo risultato e di pensare al futuro: spero di rimanere su questa panchina con questa rosa, senza smantellarla, ma puntellando lì dove c’è il bisogno. Con l’esperienza acquisita dai ragazzi in questa stagione, voglio portarli a raggiungere traguardi più importanti che questa società, questo marchio, ma soprattutto il nostro grande pubblico meritano”.


Chiara Masella
 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità