skin adv

Lidense, un rush finale di sofferenza. Patalano: "Gruppo ormai decimato"

 08/04/2017 Letto 448 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Alessandro Pau
Società:    BE EAT LIDENSE





Le premesse erano altre, soprattutto considerando le 6 vittorie iniziali che avevano lanciato la Be Eat Lidense come una delle favorite del torneo. Poi risultati altalenanti e gruppo sempre più sfaldato, in un finale di stagione piuttosto deludente.

I RISULTATI - Da circa tre settimane le squadre del girone F di Serie D stanno affrontando veri tour de force, giocando 2 partite a settimana, a causa di diversi turni infrasettimanali e qualche recupero. La Be Eat Lidense questa settimana, dopo aver affrontato il Vis Subiaco in trasferta sabato,  martedì ha ospitato al PalaDiFiore il Collefiorito. Il primo match è terminato con un pareggio con due reti a testa, mentre la gara casalinga con il Collefiorito è terminata con una vittoria ospite per 4-6. “La trasferta con il Subiaco è stata un inferno – spiega Mattia Patalano - siamo andati solamente in 5, quindi senza nemmeno un ricambio. Partire in 12 contro 5 è già qualcosa di impossibile, e dopo ci siamo trovati anche sotto di due reti. Abbiamo carburato, giocando bene e riuscendo alla fine a strappare un pareggio, frutto della nostra grinta ed esperienza. Martedì invece io non ero presente, ma posso dire che è stata una partita difficile e strana, con 3 espulsioni e diversi episodi. Alla fine abbiamo perso, ma ormai credo che arrivare 4° o 5° faccia poca differenza”.

ANCORA 80 MINUTI - Il calendario mette la Be Eat Lidense davanti ad altre due partite: la prossima sarà la trasferta col Santa Marinella. “Che dire, anche in vista di questa trasferta il gruppo sarà decimato – continua l’ultimo della Lidense - Ormai non c’è più un vero gruppo, non ci alleniamo quasi mai, c’è chi si allena sporadicamente o chi viene solo a giocare le partite. Purtroppo molti ragazzi hanno deciso di lasciare, e per problemi di lavoro non siamo riusciti a lavorare come volevamo. A questo punto spero solo che arrivi la fine del campionato il prima possibile, così da poter ricaricare le pile e cercare di mettere su una squadra per il prossimo campionato”.




Alessandro Pau




COPIA SNIPPET DI CODICE