skin adv

Juniores, Reali intenzioni. Domani il ritorno della finale con l'Olimpus: "Tutto aperto"

 20/04/2017 Letto 410 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    S.S. LAZIO





Dopo il 3-3 maturato venerdì scorso al PalaOlgiata, la Juniores è pronta a conoscere la sua nuova regina. Una fra Lazio e Olimpus, infatti, succederà alla Roma nell'albo d'oro del campionato regionale Elite. Si ripartirà dal pari di via Guido Cantini: un segno “X” che lascia spalancate le porte a qualsiasi tipo di risultato. Si gioca venerdì alle 18 al PalaGems di via del Baiardo. “Il pari dell'andata ovviamente non mi ha soddisfatto – racconta Fabrizio Reali – e i ragazzi lo sanno. L'ultima volta che avevamo giocato al PalaOlgiata avevamo perso malamente con un netto 6-1: non volevamo ripetere quel tipo di partita e infatti abbiamo approcciato perfettamente alla gara. Il primo tempo lo abbiamo chiuso avanti 3-1 con merito, mentre nella ripresa, non me ne voglia l'Olimpus, abbiamo fatto tutto noi. Siamo tornati in campo troppo nervosi, al dodicesimo eravamo già al quinto fallo, abbiamo forzato troppe palle e così siamo finiti per subire un gol in ripartenza e uno su tiro libero”.


REALI - Il 3-3 riapre tutto, lasciando totalmente in bilico la vittoria di un titolo che la Lazio insegue dopo una stagione regolare da illegali. “Entrambe abbiamo il 50% di possibilità di vincere, tutto è invariato. Sono due squadre forti e può succedere qualsiasi cosa – prosegue il tecnico romano -. In questi giorni ho parlato coi ragazzi, ricordando loro quanto sia contento di quello che abbiamo costruito durante l'anno. Siamo riusciti a creare un settore giovanile di livello, lo dimostrano le tre finali con Giovanissimi, Allievi e Juniores. La cosa che ci inorgoglisce è che possiamo contare su ragazzi affidabili, che anche il giorno di Pasquetta sono venuti ad allenarsi al campo ed erano tutti presenti. Certo, lo spessore di una società viene creato dalle vittorie e per questo motivo proveremo a portare il titolo a casa: lo vogliamo e ce lo meritiamo”. Gli ultimi giri di lancetta separano la Lazio dal primo grande obiettivo stagionale: “Proveremo a mettere in campo quello che abbiamo fatto sempre durante l'anno, non speculeremo sul risultato e giocheremo una gara di attacco. La speranza è che, qualora si mettesse tutto per il verso giusto, arrivati ad un certo punto del match, riusciremo ad usare un po' di più la testa: dobbiamo essere in grado di ragionare di più. Di fronte avremo una squadra forte, che ha vinto la semifinale fuori casa, con individualità di grande spessore, ma noi non siamo da meno, anzi, e vogliamo vincere”. 



Ufficio Stampa Lazio




COPIA SNIPPET DI CODICE