skin adv

#SerieBFutsal: Gisinti in testa. Il Cassano riapre il girone. 100% Sandro Abate

 17/12/2017 Letto 489 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Cambiano due vette nell’ultimo turno di andata del campionato cadetto. Succede quello che in pochi si aspettavano nei girone C ed E, a testimonianza che in #SerieBFutsal i pronostici sono spesso un azzardo. Ogni raggruppamento ha una propria reginetta, comunque. Il girone A è l’eccezione che conferma la regola.

 

 

GIRONE A – La coppia non scoppia. Nel girone ASaints Pagnano e L84 virano al giro di boa a braccetto: i meratesi di Lemma confermano il pronostico favorevole, regolando 3-1 un Carmagnola in grande difficoltà, Turelo e compagnia mostrano i muscoli con il Videoton, aggiudicandosi il match di cartello della undicesima giornata. Due sono anche le inseguitrici. Già, il Real Cornaredo dilaga contro il Time Warp, agganciando i cremaschi in classifica. Il Città di Asti si conferma da playoff grazie al successo contro l’Aosta, non lo stesso si può dire della Domus Bresso, sorpresa in casa da un Rhibo Fossano in risalita. Larga vittoria, con tanto di clean sheet, per il Lecco in quel di Bergamo.

 

 

GIRONE B – Passerella dell’imbattuta battistrada del girone B a Rovereto. Il Petrarca Padova di Foglia (cinquina) si gira e vede solo il Mantova di Milella. Che si aggiudica la partita più interessante dell’undicesima giornata contro il Futsal Villorba, rimane a -9 dalla vetta, ma stacca un Città di Mestre, fermato sul 3-3 a Belluno da l Canottieri. Punti playoff (tre) per il Miti Vicinalis, si rifà sotto anche la Fenice, ok di misura nel derby con il Vicenza; bene anche il Città Thiene, che mette la freccia e supera il Cornedo.

 

 

GIRONE C – Nella giornata in cui riposava l’Olimpia Regium, ci si aspettava il cambio della vetta nel girone C cadetto, non certo che il CDM Genova pareggiasse (per la seconda volta di fila) in casa contro il Bagnolo. Così il Gisinti Pistoia ringrazia, s’impone con un largo successo contro il Città di Massa, laureandosi campione d’inverno. Al primo anno fra nel futsal nazionale, un ottimo Sant’Agata chiude al quarto posto, grazie al blitz sul campo del Giusto. Montecalvoli e Poggibonsese si allontanano dalla zona retrocessione, in virtù dei successi contro l’Elba e (di misura) con la Sangio.

 

GIRONE D – Il riposo dei campioni d’inverno del Tenax Castelfidardo provoca un accorciamento dell’alta classifica del girone D: i Buldog Lucrezia passano a Corinaldo portandosi a -4 dalla vetta, Faventia corsaro a Forlì, Futsal Cobà in scia dei manfredi grazie al largo successo sui perugini del Gadtch. Delle squadre da playoff frena soltanto il Cus Ancona, battuto e agganciato dall’Eta Beta, appaiato anche da un Cesena che piega l’Alma Juventus Fano.

 

GIRONE E – Virtus Aniene 3Z campione d’inverno del girone E cadetto . E’ questa la notizia nell’ultima giornata di andata: i ragazzi di Baldelli mantengono fede al pronostico, superano 3-0 una rabberciata Brillante, a differenza della Cioli Ariccia Valmontone, sorpresa in casa dall’Atletico New Team e sempre a pari punti con una Mirafin, attesa dal turno di stop. Riscatto Active Network: la squadra di Rafa Torrejon archivia il kappaò con la Brillante battendo il Cagliari 2000 e distaccandosi nuovamente dai capitolini. Pari e patta fra Forte Colleferro e Ferentino.

GIRONE F – L’Atletico Cassano riapre il girone F cadetto all’ultima giornata di andata. I pugliesi di Guarino, infatti, sconfiggono 6-1 la capolista Tombesi Ortona e chiudono a -4 dai pescaresi. Il derby vinto con il Cus Molise proietta la Chaminade sul podio. In zona playoff irrompe il Sagittario Pratola, di tutt’altra pasta rispetto a quello di inizio stagione. Manfredonia e Giovinazzo si annullano, idem per Altamura e Capurso. L’anticipo di Ruvo aveva già prodotto tre punti (preziosissimi) per il Be Board contro il Real Dem.

 

GIRONE G – Sandro Abate e Futsal Marigliano fanno il vuoto nel girone G cadetto. La capolista a punteggio pieno avellinese è da dieci in condotta con l’Azzurri Conversano, ma le Pantere di Oliva sono sempre lì: battono nuovamente l’Alma Salerno – già eliminata in Coppa Divisione – rimanendo a tre lunghezze dal Sandro Abate. Negli altri incontri, Fuorigrotta e Lausodomini consolidano i rispettivi posti da playoff, vincendo con lo stesso punteggio. Finisce in parità Polignano-Bernalda.

 

 

GIRONE H – Conferme e sorprese nel girone H, dove la capolista Real Cefalù (fresca di passaggio di turno in Coppa Italia) osserva da spettatrice interessata l’ultima giornata di andata. Signor Prestito e Real Rogit sono più vicine, rispettivamente a tre e cinque punti. La Farmacia Centrale Paola, invece, avrà pure ancora una partita da recuperare (con il Mascalucia), ma cade in casa contro il redivivo Regalbuto, autore dell’impresa di giornata. Il Melilli batte il Catania e si tiene stretto l’ultimo posto disponibile per il post regular season, il Cataforio si riscatta trovando l’ottovolante con il Mascalucia.




COPIA SNIPPET DI CODICE