skin adv

Rosinha prepara la Cioli all’Aniene 3Z. “Non bisogna fermare solo Sanna”

 22/02/2018 Letto 199 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    CIOLI ARICCIA VALMONTONE





Tutto pronto per la sfida che deciderà il futuro del girone E di Serie B. Contro Rosinha e i suoi uomini arrivano Baldelli e la sua banda, seconda contro prima forza del campionato. La partita più importante della stagione, in ottica promozione diretta.

CONSIDERAZIONI – L’unica colpa della Cioli Ariccia Valmontone è quella di aver perso lo scontro diretto nel girone di andata: stesso ruolino, il sodalizio di Casilli che conta solamente una sconfitta in più. “Ci siamo guadagnati, partita dopo partita, il diritto di giocare alla pari questa gara e di far sì che fosse decisiva. Questa è la nostra unica occasione che abbiamo, per riaprire un campionato con le nostre forze. Anche se dovessimo perdere, comunque, correremmo sempre per il primato, perché per me il campionato non sarebbe chiuso. Ma questa di sabato è la chance più ghiotta, per noi”, il pensiero di Rosinha alla vigilia del match da capogiro di questo fine settimana. C’è da dire che l’Aniene 3Z ha un fattore Sanna, quasi una tassa da pagare sempre. I gialloblù hanno l’attacco migliore del torneo e l’ex Orte ha messo la firma sul 40% delle marcature della squadra. “Non è Sanna che rende l’Aniene 3Z così forte: è un giocatore di livello assoluto, che vede la porta come pochi, ma non segna 30 gol da solo. C’è un sistema di squadra che gioca per lui; quindi bisogna fermare tutto questo ingranaggio, non solo un giocatore”.

CRESCITA – Se la Cioli può giocare questa partita con un ruolo così importante, lo deve a quanto di buono fatto finora. Lo deve al ruolino di marcia, alla crescita del gruppo, alla consapevolezza degli uomini. Rosinha tutto questo lo sa bene. “Siamo migliorati molto, dal girone di andata. Siamo cresciuti tanto, non solo a livello tecnico o di tenuta fisica. Siamo più consapevoli, cresciuti mentalmente: la partita di Viterbo è stata tosta, ma col giusto cinismo è uscito fuori anche un risultato largo”. Proprio essere cinici servirà, al PalaKilgour: approfittare delle poche azioni che concede la capolista, per provare a scrivere un finale diverso al girone E di Serie B.

Marco Panunzi