skin adv

Davì grintoso per il ritorno in A2 dell’Active. “Siamo pronti per la categoria”

 13/06/2019 Letto 336 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    ACTIVE NETWORK





Il capitano, l’uomo simbolo dell’Active profondamente rinnovato rispetto alla scorsa stagione, come scritto nella nota ufficiale apparsa sulla pagina Facebook della società due giorni fa, continuerà a difendere i colori orange. Il brasiliano si prepara alla prossima stagione, quella che permette a Viterbo di rientrare, dopo 15 anni, in A2.

ACCORDO – Il sodalizio di patron Fusi, chiusa la stagione in trionfo dopo aver raggiunto la promozione in Serie A2, è febbrilmente al lavoro per allestire il roster del prossimo anno. Oltre al tecnico Ceppi, sono stati confermati Davì e Sachet. “Certamente sono contento di poter continuare a giocare qui, per me è stato un anno bellissimo. La mia intenzione era quella di restare e anche loro volevano che rimanessi, quindi è stato facile accordarci: anche per la mia famiglia è sempre meglio stare nello stesso posto”, in questo modo Zemuner Trindade Davì saluta la sua riconferma all’interno del parco giocatori dell’Active Network. L’11 giugno è toccato a lui mentre è fresca di oggi la notizia del rinnovato accordo tra la dirigenza e Cesar Sachet, arrivato a dicembre dal Catania. “Anche altre squadre mi hanno contattato ma la mia volontà è sempre stata quella di restare qui: a Viterbo sto bene”.

L’ANNO CHE VERRÀ  – L’estate che precede l’A2 viterbese non è certamente un cantiere aperto, ma comunque il lavoro non manca. In primis c’è la questione palazzetto, che stando alle parole del patron sarà risolta nel giro di due settimane; di seguito, c’è l’ambizioso progetto giovanili, che vede gli orange intenzionati a dotarsi di una U19, di una U15 e di una Scuola di futsal per formarsi dentro casa i campioni del futuro. Parte del lavoro è stato già messo in cascina, con la conferma del demiurgo che ha plasmato questo gruppo vincente. “Sono felice che anche David Ceppi abbia prolungato il rapporto col club: lui prima di tutto è una brava persona, oltre che un professionista esemplare. È stato fondamentale per noi quest’anno”. Fondamentale lo è stato anche l’apporto del nativo di Londrina con 15 reti nel solo campionato, 2 decisive nella post season: la seconda delle quali ha rovesciato l’inerzia del ritorno della finale con la New Team. Ma l’uomo con la fascia al braccio non si sofferma troppo sul passato ed è già pronto per le nuove avventure sportive del club. “Penso che la nostra squadra ha meritato questo successo e quindi automaticamente sarà pronta per il nuovo campionato. Sappiamo che è una competizione diversa dalla Serie B, quindi prima di tutto penseremo a salvarci: noi sicuramente lavoreremo intensamente per fare il nostro dovere”.


Marco Panunzi




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità