skin adv

Imparato lancia l'Eur Massimo: "Siamo forti e possiamo vincere"

 19/09/2019 Letto 646 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Alessandro Pau
Società:    EUR MASSIMO





Sabato l’Eur Massimo esordirà in Serie C1 sull’ostico campo della Spes Poggio Fidoni: un avvio complicato, che darà subito un’idea della competitività del campionato. Per Alessandro Imparato la squadra è pronta: “Non ci nascondiamo, possiamo vincere”.

LA MAGLIA – Il portiere 28enne dell’Eur Massimo, Alessandro Imparato, è ormai diventato uno dei veterani. “Sono fiero di essere una delle bandiere di questo club: è un onore. Siamo un club di quartiere con l’identità da grande. Per me è un onore far parte di questo gruppo. Ci sono tanti ragazzi che sono cresciuti qui: vorrei menzionare Giacomo Padellaro, uno dei motivi per cui sono all’Eur Massimo, che quest’anno per  ragioni personali purtroppo non continuerà con noi: lo ringrazierò per sempre. Da lui e dal resto della società abbiamo sempre ricevuto un bel trattamento: indossare la maglia verde dell’Eur diventa un onore - spiega il portiere -, ed è quello che voglio trasmettere ai ragazzi più giovani. Tutti noi dobbiamo dare il 110% di cuore e di gambe”.

IL GIRONE – L’Eur Massimo è stato inserito nel Girone A di Serie C1: quest’anno la categoria risulta essere molto competitiva, annoverando tante squadre di assoluto livello. Per questo, Imparato mette in guardia i suoi compagni: “Dovremo dare tutti qualcosa in più - continua -. L’inizio non è sicuramente uno dei più agevoli: storicamente, in casa il Poggio Fidoni perde pochissime partite. Stiamo lavorando molto, stiamo bene fisicamente. Sabato sarà un test per capire il nostro livello”.

OBIETTIVI – Alessandro Imparato ha le idee molto chiare anche a livello personale: “Voglio migliorare quanto fatto nella scorsa stagione, sperando di non subire infortuni che mi tengano fuori. La squadra è forte: è stata migliorata molto sia con i senior che con i giovani. Il nostro punto di forza? Siamo noi stessi. Siamo forti: partiamo da una base solida, che col gruppo che si sta creando può fare molto bene, e con il nostro staff diventa tutto più semplice”.


Alessandro Pau




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità