skin adv

Gargantini, il nuovo che avanza. "Milano, per il secondo posto basta poco"

 15/03/2017 Letto 509 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Redazione
Società:    MILANO





La finalissima di Coppa Italia, seppur persa malamente contro il Pesarofano, ha portato a casa del Milano delle conferme molto importanti. Prima di tutto il gruppo che a Martina Franca ha combattuto compatto dal primo all’ultimo istante senza timore alcuno né degli avversari né del clima. Semmai ha inciso notevolmente la condizione fisica che è andata scemando di gara in gara, di sforzo in sforzo, anche dal punto di vista psicologico. Secondo punto da sottolineare, e non solo per i biancorossi, è stata la sportività. Sia le otto squadre partecipanti sia il pubblico molto caloroso che ha accolto tutti con una grande festa e senza mai uscire dai limiti del sostegno alla propria squadra. Insomma, il bilancio è positivo su tutti i fronti e la Divisione Calcio a 5 ne è stata la regista assoluta.

IL NUOVO CHE AVANZA - tra i ragazzi ha spiccato ancora una volta il giovane talento Matteo Gargantini, sempre voglioso e presente in partita e autore di due reti, una nella semifinale col Prato, e nella la finale col Pesarofano anche se ininfluente. E andiamo proprio dal nostro Matteo per conoscere il suo personale bilancio e quello che verrà nel prossimo futuro per la squadra, in vista del termine della regular season, con l’impegno di questo sabato a Sedriano contro il Grosseto, e poi dei playoff per cercare di salire, dalla porta di servizio, in serie A.

Matteo, che Final Eight è stata per te?
Questa é stata la mia prima “vera” esperienza in una Final Eight di A2, dato che l’anno scorso ero ancora troppo acerbo per poter scendere in campo. Arrivare in finale é stata un’emozione fortissima che spero di rivivere al più presto possibile, magari quando sarò maturato totalmente.

Le tue impressioni su questa competizione e sulla location e pubblico pugliese.
Faccio i complimenti per l’organizzazione di questi quattro giorni. Non ci hanno fatto mancare nulla. Il primo impatto con il pubblico pugliese é stato molto forte, la tifoseria del Cisternino é assolutamente fantastica, la loro passione deve essere d’esempio per tutto il mondo del calcio a 5.

Si riprende il campionato: ora l’obiettivo sono i playoff da seconda in classifica.
Ora dobbiamo tornare con la testa e con il fisico al campionato perché sabato affronteremo un Grosseto che all’andata ci ha battuto. Per arrivare ai playoff come seconda in classifica basta poco, ma sono sicuro che il Milano sarà assoluto protagonista anche nelle fasi finali.

Per concludere vuoi fare un ringraziamento particolare?
Ringrazio la squadra e la dirigenza per avermi fatto passare quattro giorni indimenticabili. Vivere certi livelli di calcio a 5 è stato un sogno.


Paola De Biasi





Pubblicità