skin adv

Mirafin, debutto con la bestia nera: "Brillante, quest'anno abbiamo una marcia in più"

 04/10/2017 Letto 160 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    MIRAFIN





Manca veramente poco, da sabato torneranno i tre punti, i fatti spazzeranno via le parole, il campo darà i suoi primi verdetti, conferme e ‘sospetti’ inizieranno a radicarsi nelle teste degli addetti ai lavori, i tifosi capiranno se potrà essere un anno di gloria o di sofferenza. Un’ultima amichevole contro l’ASD Buenaonda, le ultime indicazioni dal parquet del Pala Enea.


IL PRESIDENTE MIRRA - "Il conto alla rovescia è iniziato - dice il presidente Mirra - oramai siamo ai nastri di partenza. Personalmente ho dato alla squadra ed a tutta la società messaggi di serenità, come sempre affronteremo la prossima stagione con il massimo impegno ma senza perdere la tranquillità, il giusto metro per valutare ogni situazione dentro e fuori dal campo. Dai ragazzi mi aspetto la massima concentrazione, il massimo per disputare una grande stagione. La prima partita contro il Torrino che può essere considerata una ‘bestia nera’ per la Mirafin: "Sì è vero, lo scorso anno abbiamo faticato contro il Torrino, ma credo che quest’anno abbiamo una marcia in più, con il giusto approccio i tre punti saranno alla nostra portata. Presidente, Moreira capitano e Petrucci Vicecapitano, due grandi ragazzi per una grande stagione? "In Mirafin non scegliamo con leggerezza questi ruoli, vengono proposti dal mister e vagliati da me insieme con i collaborati più stretti. Chi ha la fascia al braccio deve rappresentare la nostra società tutti i giorni, deve essere d’esempio per i ragazzi, gestire qualsiasi esigenza di ‘spogliatoio’. Marcelo e Petrucci sono due ragazzi che abbiamo voluto fortemente confermare nel nostro organico e loro sono stati felici di questo, sono gli uomini giusti, sono certo".


ARMANDO MIRRA - Il vicepresidente Armando Mirra entra nell'aspettp più tecnici. "Stiamo crescendo. Siamo partiti scegliendo delle ottime individualità, il mister sta lavorando con grande impegno per creare un gruppo, una squadra che possa avvalersi delle qualità dei singoli. La strada è ancora lunga ma ne abbiamo percorsa già una buona parte, per questo mi corre l’obbligo di ringraziare mister Salustri che è d’esempio e di stimolo anche per noi dirigenti. La sorpresa? Un nostro ex, Alessandro Batella, io ho sempre creduto che fosse veramente forte, poi lo scorso anno l’ho visto giocare contro di noi ed ho subito pensato che dovesse tornare a casa". Un nome, Emanuele Petrucci: "Un fenomeno, dà sempre il 100%, tanta quantità e spesso si crea le opportunità per buttare giù la porta. Penso che basti, no?".


Paolo Petruzzi – Mirafin Uff. Marketing & Comunicazione.




COPIA SNIPPET DI CODICE