skin adv

#SerieBFutsal, Petrarca macchina da gol. Sandro Abate, il primo successo è per Rogerio

 08/10/2017 Letto 740 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





Trentotto formazioni su 92 iniziano la nuova cadetteria mettendo subito tre punti in cascina e iniziando il lungo cammino che porterà le vincenti degli otto raggruppamenti direttamente in Serie A2, e altre 10 compagini che usciranno indenni dal labirinto dei play off.


GIRONE A – Domus Bresso, Videoton Crema, Città di Asti, Saints Pagnano e Real Cornaredo in testa al Girone A. I bressesi archiviano il flop di Coppa Italia imponendosi con un eloquente 8-1 sul Bergamo La Torre, i cremaschi passano sul campo di un Time Warp capace di sbancare Asti al fotofinish nella gara inaugurale della corsa alla Final Eight cadetta. Riscatto astigiano in quel di Carmagnola: un 6-3 storico per la squadra di Fiscante, che non ha aveva mai vinto al debutto. Un blitz storico come quello del Saints Pagnano di Danilo Lemma, che sfata il tabù Rhibo Fossano dando seguito alla cinquina vincente di Coppa Italia. Malta e Scandaliato griffano il blitz del Cornaredo ad Aosta. Un solo pari, quello fra L84 e Lecco.


GIRONE B – Il Petrarca Padova chiude in bellezza una prima giornata senza pareggi nel Girone B . La squadra di Giampaolo si conferma una squadra dal gol facile, superando 8-2 il Città di Thiene nel posticipo serale e portando già a 22 le sue reti complessive stagionali. Foglia e soci seguono le orme di Mantova, Futsal Cornedo, Villorba, Maccan Prata e Vicenza. La squadra di Pino Milella (unica lombarda nel raggruppamento veneto-friulano-trentino), è l’eccezione che conferma la regola che il fattore casalingo può essere un grande vantaggio.


GIRONE C – Discorso completamente opposto, invece, nel Girone C, dove si pareggia di più e le squadre in casa non vincono per niente. In vetta solo CDM Genova e San Giusto riescono a emulare l’Olimpia Regium, che aveva aperto la stagione cadetta con un imponente 7-0 al San’Agata, nell’anticipo dello scorso giovedì. I liguri tornano con l’ottovolante dalla trasferta sul campo della toscana Montecalvoli, dove Offidani e Ortisi raddoppiano. Rivincita San Giusto: gli ex Bulls si rifanno con gli interessi in casa di quella Sangio che aveva vinto 3-1 all’esordio di Coppa Italia. Città di Massa e Poggibonsese pareggiano sia nel primo sia nel secondo tempo. Un punto per uno anche fra Bagnolo e Pistoia.


GIRONE D – Quattro squadre al comando del Girone D dopo la prima giornata di campionato. Cus Ancona da copertina: i dorici sovvertono alla grande il pronostico, imponendosi 9-3 contro un Futsal Città di porto San Giorgio che non sta tenendo per niente fede alle ambiziose aspettative estive. Il cambio di allenatore, invece, fa bene al Tenax: 6-0 al Forlì. Tennistico successo anche per il Cesena di Placuzzi contro il Corinaldo; meno larga, ma non per questo meno importante, la vittoria di misura del Faventia sui perugini del Gadtch. Due i pareggi, quelli fra Alma Juventus Fano ed Eta Beta, e Lucrezia contro quel Futsal Cobà al secondo “segno X” di fila, coppa compresa.


GIRONE E – Nella prima giornata del Girone E si suona con un bel quartetto. Virtus Aniene 3Z, Mirafin, Atletico New Team e Cioli Ariccia Valmontone. La squadra di Baldelli, unica laziale ad aver vinto nelle gare inaugurali di Coppa Italia, è corsara sull’isola: ci pensa un grande Sanna (quadripletta) a spingere i suoi contro il Cagliari. Salustri sfata il tabù Brillante, i ragazzi di San Basilio rendono oltremodo negativa la prima giornata delle due sarde, bagnando il debutto nel futsal nazionale con un convincente 7-0; la formazione di Rosinha passa 3-0 a Ferentino, segnano Bacaro, Osni Garcia e il nazionale paraguaiano Velazquez. Un solo pari, quello fra tecnici iberici: 2-2 tra il Gymnastic Fondi di Kitò Ferreira e l’Active Network dello spagnolo Rafa Torrejon.


GIRONE F – La prima giornata del Girone F sorride a ben cinque formazioni. Il successo più netto è quello del Futsal Canosa, che rende amaro l’esordio nel nazionale dell’Altamura. Il Manfredonia di Miki Grassi passa in terra molisana contro il Chaminade, Ruvo sconfigge il Sagittario, così l’Abruzzosi consola con la Tombesi Ortona. Che doma un coriaceo Cus Molise, capace comunque di restare in partita fino al suono della sirena. Lineiro Garrote si è subito ambientato con l’Atletico Cassano e realizza una doppietta all’esordio. Fra le ipotetiche big stecca solo il Giovinazzo, fermato sul 5-5 in casa con il Futsal Capurso.


GIRONE G – Cinque sono anche le capolista dopo la prima giornata del Girone G. Copertina della settimana dedicata al Sandro Abate di super Fantecele, che si aggiudica il big match con un’Alma Salerno ancora senza i fratelli Villalba e il Cholo Salas, e manda un bacio a lassù al compianto Rogerio. Che avrebbe certamente debuttato con gli avellinesi fra i cadetti se un destino cinico e baro non l’avesse portato in cielo lo scorso 23 agosto. Buona la prima per il Futsal Fuorigrotta di Di Iorio – che si conferma a Bernalda dopo il successo (sempre in esterna) di Coppa Italia – Lausdomini e Volare Polignano. Il successo più netto lo conquista il Futsal Marigliano: le Pantere di Oliva passano 7-1 a in terra lucana, contro la matricola Orsa Aliano.


GIRONE H – Cinque partite, solo successi esterni. E’ questo il dato statistico che porta con sé la prima giornata del Girone H cadetto. Il Signor Prestito CMB di Sampaio trova subito l’isola del tesoro, regolando 4-3 il Regalbuto allenato da David Ceppi. Più semplici i blitz di Cataforio e Real Cefalù, capaci di mantenere anche le proprie porte inviolate. Festa per due calabresi: Polisportiva Futura (3-1 ai danni della matricola Mascalucia di Stefano Bosco) e Farmacia Centrale Paola (3-2), in terra siciliana contro l’Assoporto Melilli.


Ufficio stampa Divisione

*Foto: Petrarca Padova




COPIA SNIPPET DI CODICE