skin adv

Cioli, oggi essere Forte può non bastare. Casilli: “Servirà anche l'intelligenza”

 14/10/2017 Letto 113 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    CIOLI ARICCIA VALMONTONE





Altri tre punti prima del turno di riposo in campionato. Vorrebbe dire arrivare alla sosta con la carica giusta per cementare e assemblare meglio il roster costruito in estate. Questo è quello che desiderano Casilli e mister Rosinha.

ESORDIO – Prima della sosta, che per sua stessa ammissione aiuterà Rosinha a cementare l'amalgama e migliorare il gioco di squadra, la squadra deve affrontare la Forte Colleferro. Il 3-0 col quale il suo roster ha battuto il Ferentino elettrizza il presidente Casilli. “La partita del nostro debutto è stata difficile, come tutti gli incontri che ci saranno in questo campionato. Però è stato un esordio positivo, ho visto i risultati di un amalgama che, piano piano, si sta concretizzando e di un gioco di squadra che comincia a venire fuori” le sensazioni del presidente riguardo al tondo successo di sette giorni fa. “Noi siamo partiti molto contratti, però poi alla lunga siamo usciti. Inoltre, dalla nostra parte, abbiamo due veri fuoriclasse come Velazquez e Bacaro” (entrambi a segno alla prima).

FORTE – Colleferro. In più basta nominare il mister avversario per mettere sull'attenti Casilli, per la pericolosità dell'impegno di oggi. “Paolo Forte riesce a far rendere al meglio i suoi giocatori, li sa anche caricare al punto giusto e tirare fuori da loro tutte le qualità migliori. Sarà una trasferta complicata. Per vincere occorrerà non solo essere più bravi ma anche più intelligenti”. L'ostacolo è Forte ma la Cioli vuol dire la sua.

Marco Panunzi




COPIA SNIPPET DI CODICE