skin adv

Primo stop per il Cataforio: il Regalbuto espugna il PalaMazzetto

 15/10/2017 Letto 626 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CATAFORIO





Amara sconfitta per il Cataforio che deve alzare bandiera bianca contro un Regalbuto organizzato e ben messo in campo che, a conti fatti, non ruba assolutamente nulla. Eppure le premesse che si erano viste nei primi 10' di gara, lasciavano presagire a tutt'altro esito. I reggini partono con il giusto approccio mentale e fisico e fulminano Setzu con un micidiale uno-due a ritmo di Samba. I brasiliani Jener (di testa) ed Atkinson (di tacco), violano la porta siciliana, correggendo i rispettivi tiro-cross di un immenso Aldo Durante. Ospiti che, nonostante il doppio svantaggio, non sembrano accusare alcun contraccolpo psicologico e con pazienza certosina riaprono il match con Aaron (rete viziata da un tocco di mano di Dionida non sanzionato). Il gol galvanizza la  Lubrisol ma è il Cataforio, nel suo momento più difficile, che confeziona con Girolo il magistrale contropiede avviato con Scopelliti e sigla il punto del 3-1. Regalbuto che prosegue con il maggior possesso palla e sugli sviluppi di una rimessa laterale trova la sfortunata deviazione sottomisura di Ienari che insacca nella propria porta. L'inerzia del match è tutta in favore degli uomini di mister Ceppi che colpiscono per la terza volta a 25'' dalla fine, complice una non perfetta difesa locale che lascia il "buco" centrale sul quale Dionida può colpire indisturbato con una conclusione forte in mezzo alla porta. Un istante prima, Giriolo si era visto negare il possibile 4-2 da un grandissimo intervento di Setzu che si confermerà, specie nella ripresa, in serata di grazia.

Al rientro dagli spogliatoi il Cataforio non brilla come nel primo tempo e con Atkinson dolorante al piede destro, non riesce a pungere in attacco. Ci riesce invece Regalbuto che di rimessa trova il vantaggio con Gabriele Capuano. I bianconeri provano ad alzare il ritmo ma con difficoltà, merito di un Regalbuto quadrato ed attento ed anche fortunato, quando Durante ed Atkinson colgono il palo alla sinistra di Setzu. In mezzo, il portiere ospite, si esalta ancora su Durante e consente ai suoi di conservare il vantaggio che diverrà massimo grazie alla punizione di Dionida deviata da Jener per la seconda autorete dell'incontro in loro favore. Nell'occasione del palo colpito, Durante ricade male ed è costretto a lasciare anzitempo l'incontro, non dopo avere provato per altri due minuti a non darsi per vinto. In precedenza, bravo anche Parisi a tenere a galla i suoi, con interventi di rilievo. Poi è Setzu che si prende la scena, negando il gol a Modafferi, quest'ultimo fermato anche dal salvataggio sulla linea di Campagna. Meriterebbe la realizzazione la squadra del Presidente Sismo ma in contropiede è ancora Aaron a segnare ed a regalarsi la doppietta personale, facendo calare il sipario sulla sfida che vive di un ultimo sussulto con la doppietta di Atkinson, utile solo per le statistiche, grazie ad una deviazione sottomisura a 47'' dalla fine. 

Bravo e cinico il Regalbuto, sfortunato e sprecone il Cataforio che conosce la prima sconfitta stagionale, comprese anche le amichevoli disputate nel precampionato. Testa adesso alla trasferta contro l'Assoporto Melilli, nella speranza di recuperare il prima possibile gli infortunati Durante ed Atkinson, pedine fondamentali nello scacchiere tattico di mister Praticò.

ASD CATAFORIO C5 RC - LUBRISOL REGALBUTO 4-6

Marcatori: 1'58''pt Jener (C), 4'38''pt Atkinson (C), 9'28''pt Aaron (R), 10'42''pt Giriolo (C), 13'02''pt Ienari aut. (R), 19'35''pt Dionida (R), 2'52''st G. Capuano (R) , 7'41''st Jener (aut.) (R), 17'32''st Aaron (R), 19'13''st Atkinson (C).

Asd Cataforio C5 RC: Parisi, Ienari, Scopelliti, Cilione, Giriolo, Laganà, Atkinson, Durante, Modafferi, Jener, Spanò. A disp. Errigo. All. Praticò.

Lubrisol Regalbuto: Setzu, S. Capuano, Aaron, Bontempo, Manno, Martines, Alonso, Dionida, G. Capuano, Vitale, Campagna. A disp. Leotta. All. Ceppi.

Arbitri: Pisani di Aprilia e Fardelli di Cassino. Cronometrista: Buscemi di Enna.

Ammoniti: Alonso (R), Jener (C), Bontempo (R), Giriolo (C). 


Fabrizio Cantarella
Ufficio Stampa Cataforio

 

 




COPIA SNIPPET DI CODICE