skin adv

Il Pescara suona la quinta: che derby col Montesilvano, le delfine vincono 6-4

 19/10/2017 Letto 80 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    PESCARA FUTSAL





Tempo di derby, finalmente una partita vera, tirata, tesa, giocata sul filo dell’equilibrio quasi sino al suono della sirena finale. Per le ragazze pescaresi, da questa sera solitarie al vertice della classifica, 5 vittorie in 5 gare, più di così non si può. Il Montesilvano, squadra tosta e rodata, le tenta tutte e a sprazzi riesce anche a giocare alla pari ma alla fine deve arrendersi davanti alla furia agonistica delle Erinni biancazzurre, dimostratesi ancora una volta di una spanna superiore alle loro avversarie di turno. Il gioco, di certo, va ancora migliorato ed a tratti si assiste a qualche leziosismo di troppo  ma è da considerare che il Pescara si è totalmente rinnovato nell’organico e che la coesione va ancora strutturandosi di partita in partita. Questione di tempo, siamo infatti solo alla quinta di andata. C’è ancora tanto lavoro da fare ma la prova del nove di questa sera testimonia tangibilmente che siamo sulla strada buona.

PRIMO TEMPO - Segundo sceglie questa volta di schierare Antonaci tra i pali, mandando in campo il quartetto delle meraviglie, composto da Taty, Vanessa, Maite e Tampa. Si parte con il Montesilvano arroccato sulla difensiva ma sono proprio le padrone di casa ad aprire le danze con una fuga in transizione di Bruna Borges che non lascia scampo ad Antonaci. Rasoterra radente di pregevolissima fattura e la palla termina la sua corsa nella rete pescarese. Le biancazzurre sembrano accusare il colpo ma hanno il pregio di restare compatte e di riordinare le idee molto velocemente. Al 5’08” una conclusione terrificante di Tampa s’infrange sulla traversa. È il prologo del pareggio, che arriva pochi secondi dopo grazie ad un contropiede manovrato, finalizzato da una “puntina” chirurgica di Bertè. Per Adrieli, c’è appena il tempo di gioire, perché un minuto dopo è costretta ad uscire a causa di una doloroso quanto invalidante pestone di un’avversaria sulla sua caviglia sinistra. Le pescaresi aumentano progressivamente il ritmo di gioco, Tampa è un rullo compressore, la difesa del Montesilvano arranca sotto i suoi colpi e alla fine cede. È sempre lei al 9’44” a servire Vanessa che in scivolata mette dentro il gol del sorpasso. Quando poco dopo un tiro dell’ubiqua Vanessa viene deviato in rete sotto porta da Taty, l’impressione è che si vada ad assistere ad un altro monologo biancazzurro. Bravo, invece, il Montesilvano a non mollare la presa e ad aggrapparsi alla partita. Amparo, infatti,  tira da distanza siderale e accorcia le distanze. Il Pescara chiude all’attacco, Vanessa va sul dischetto del tiro libero a 2’ dal riposo ma Ghanfili è brava a respingere il tiro. Tampa indirizza la palla appena alta sopra la trasversale, la Guidotti si stira ed esce. Si chiude così un primo tempo ricchissimo di emozioni.

SECONDO TEMPO - Quando si riparte il Montesilvano pigia forte sull’acceleratore e trova dopo 2’ il pari con un altro bel gol di Amparo che dribbla la Antonaci in uscita e depositata la palla in rete. È questo il momento più critico della gara per il Pescara che rischia di tornare sotto nel punteggio a causa di un “autopalo” di Maite, che alla disperata cerca la deviazione su un cross teso della scatenatissima Amparo. Da qui in poi, però, è solo Pescara. Jenny si districa alla grande tra le maglie della difesa del Montesilvano e serve Maite che alza di un niente la palla sopra la traversa. 5’15” calcio di punizione dal limite della lunetta, Vanessa scarica con il suo sinistro un tiro a giro che non lascia speranze a  Ghanfili. 4-3 per il Pescara, che a questo punto, ingrana le marce alte. Taty e Vanessa sfiorano a ripetizione la marcatura ma la match winner della serata è Bellucci che prima scarica una botta imparabile dalla distanza e poi chiude di fatto la partita deviando sotto rete un assist di Tampa. Gara in ghiaccio, Marzuoli dà a 4’ dalla fine la maglia di portiere di movimento ad Ortega ma il Pescara regge abbastanza agevolmente l’urto offensivo delle padrone di casa. Amparo trova la rete del 4-6, sfruttando una transizione, ma  alle ragazze di Segundo basta accompagnare i minuti finali con la giusta concentrazione per chiudere tutti i varchi e metter in carniere i tre punti. Applausi finali, meritatissimi per entrambe le squadre, e appuntamento a domenica prossima in quel di Falconara.


MONTESILVANO-PESCARA 4-6 (2-3 p.t.)

MONTESILVANO:
Ghanfili, D’Incecco, Amparo, Bruna Borges, Nicoletti, Silvetti, Filipa Mendes, Sergi, Ortega, Guidotti, Domenichetti, Sestari. All. Marzuoli

PESCARA: Antonaci, Taty, Tampa, Vanessa Pereira, Maite, Jenny, Vianale, Bertè, Siclari, Exana, Bellucci, Vecchione. All. Segundo

MARCATRICI: 1’ p.t. Bruna Borges (M), 5’32’’ Bertè (P), 9’44’’ Vanessa Pereira (P), 14’30’’ Taty (P), 15’11’’ Amparo (M), 2’06’’ s.t. Bruna Borges (M), 5’15’’ Vanessa Pereira (P), 10’56’’ e 11’23’’ Bellucci (P), 17’30’’ Amparo (M) .

AMMONITE: D’Incecco (M)

ARBITRI: Antonino Tupone (Lanciano), Dario Nicola (Pescara) CRONO: Gabriele Gerardi (Pescara)


Massimo Renella
Ufficio Stampa Pescara




COPIA SNIPPET DI CODICE