skin adv

Cerulli, il baby fenomeno che ha stregato Matranga: “Qui al Lido posso crescere”

 19/10/2017 Letto 1035 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    LIDO DI OSTIA





L’INTERVISTA – La stagione 2017-18 dovrà essere un anno di crescita per il Lido, ma, soprattutto, per i suoi giovani talenti. Tra questi, spicca sicuramente Cristian Cerulli, estremo difensore che ha stregato tutti, a partire da Roberto Matranga. Lo scorso anno, con la maglia dell’Isola, l’esordio in Serie A, quest’anno una maglia da titolare nella prima giornata di campionato. La società del Pala di Fiore se lo coccola, sapendo di avere tra le mani un potenziale campione.

MATURITÀ – “Barigelli era reduce da un infortunio e questo mi ha permesso di giocare contro l’Odissea - racconta Cerulli -. Nella seconda gara sono rimasto in panchina, ma senza provare alcun tipo di angoscia. Valerio è un grande portiere, un portiere esperto da cui posso solo imparare. Se anche dovessi avere poco spazio, non sarebbe un dramma”. Il rischio di passare tanti pomeriggi fuori dal campo non rappresenta un problema, segno di umiltà e di grande maturità. L’estremo difensore, classe ’98, sa di non potere avere tutto e subito, nonostante un talento immenso: “Farò di tutto per farmi trovare sempre pronto, ma, a prescindere dal minutaggio, so che quest’anno sarà utilissimo, perché lavorare con Valerio e con un preparatore come Luca Scaringella può solo farmi crescere”. 

UNDER 19 – Lo spazio non mancherà comunque, perché Cristian sarà uno dei trascinatori dell’Under 19 lidense: “Abbiamo costruito una bella squadra e un bel gruppo, sono contento di farne parte. Siamo convinti delle nostre qualità e sicuri dei nostri mezzi, per questo mi aspetto e spero in un campionato di vertice”. Domenica la prima giornata, con la squadra di Grassi impegnata sul campo della Forte Colleferro: “L’augurio, ovviamente, è quello di partire subito bene”.

PRIMA SQUADRA – Il campionato Under 19 deve ancora iniziare, quello di A2, invece, nell’ultimo weekend ha visto il Lido conquistare il suo primo storico punto: “Il 2-2 di Noicattaro rappresenta un risultato importantissimo, anche perché siamo una squadra giovane. Questo punto ci dà morale: dimostra che siamo validi e all’altezza di questa categoria - sottolinea Cerulli -. Andare sotto per due volte, per giunta in trasferta, e poi riuscire a recuperare vuol dire essere una grande  squadra e un grande gruppo”. La formazione di Matranga si è sbloccata e adesso non vuole fermarsi: “Speriamo che il pareggio di sabato scorso sia solo il primo di una lunga serie di risultati positivi. Contro il Sammichele ci aspetta una gara difficile, ma noi giochiamo in casa e vogliamo assolutamente conquistare altri punti. Siamo consapevoli di cosa possiamo fare”.


Antonio Iozzo
 




COPIA SNIPPET DI CODICE