skin adv

Il Real vuole la prima gioia in casa, Bianco: “Contro lo Sporting Hornets gara ostica”

 20/10/2017 Letto 192 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    REAL CIAMPINO





Sette punti in quattro partite. Vetta a tre lunghezze e zona playoff agganciata. Il Real vola e si gode un avvio di campionato di altissimo livello, forse anche al di sopra di ogni aspettativa. Alla squadra di Scaccia manca solamente una cosa: il successo casalingo. Gli aeroportuali non sono ancora riusciti a vincere davanti al proprio pubblico, ma sperano di rimediare presto, magari già domani nella sfida contro lo Sporting Hornets.


CASUALITÀ – Sei dei sette punti attuali sono stati raccolti in trasferta. Il Ciampino, al momento, brilla più nelle gare esterne, ma dietro questo dato non si nasconde nessuna motivazione tattica: “Non dipende da una nostra caratteristica specifica - spiega Antonello Bianco -. Anche nelle due gare in casa abbiamo offerto buone prestazioni, ma le partite sono state decise in negativo da alcuni episodi. Certo, in trasferta la squadra ha fatto molto bene, sfruttando l’ottimo rendimento dei singoli, ma non vedo una differenza sostanziale tra le gare giocare in casa e quelle giocare fuori”.

PIEDI PER TERRA – La grande partenza ha regalato entusiasmo, ma non ha mutato gli obiettivi della società: “Parlare di playoff adesso mi sembra prematuro. È vero che abbiamo avuto un buon inizio, ma sono trascorse solamente quattro giornate e il nostro obiettivo principale, essendo una neopromossa, deve essere quello di mantenere la categoria - sottolinea l’estremo difensore -. Prima ci riusciamo e meglio è. Poi, una volta raggiunto questo traguardo, prenderemo tutto quello che di buono verrà”.

SPORTING HORNETS – Nell’immediato, ciò che conta è sicuramente il primo successo casalingo, successo che i ragazzi di Scaccia cercheranno di ottenere contro lo Sporting Hornets: “Una partita ostica. Anche loro sono neopromossi, ma, al di là dei risultati, hanno sempre offerto buone prestazioni. All’esordio, per esempio, hanno fatto soffrire molto una grande squadra come la Nordorvest, quindi non sarà semplice - mette in guardia Bianco -. Dovremo affrontare la gara con la massima concentrazione, perché la C1 è una categoria dove, se abbassi la guardia, vieni punito. Speriamo di portare a casa un risultato positivo”. Per continuare un percorso di crescita che vede il Real in buona forma ma non ancora al top delle proprie potenzialità: “La squadra è quasi totalmente nuova, quindi l’amalgama è ancora da trovare. C’è un buon feeling, i nuovi si sono integrati bene, ma occorre perfezionare i meccanismi in mezzo al campo e cercare di capire meglio ciò che chiede il mister”.


Antonio Iozzo




COPIA SNIPPET DI CODICE