skin adv

Vigor Perconti all’esame Anziolavinio, Massimo: “Partita dura, ma vogliamo vincere”

 20/10/2017 Letto 260 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Laura Prospitti
Società:    VIGOR PERCONTI





La vittoria ottenuta in extremis contro il Real Terracina ha dato nuova linfa agli uomini di Cignitti, che domani affronteranno l’Atletico Anziolavinio. L’estremo difensore Andrea Massimo commenta il momento della sua squadra.


ALL’ULTIMO RESPIRO – “Contro il Terracina abbiamo ottenuto un successo tanto importante quanto sofferto - esordisce Massimo -. Perdevamo fino a due minuti dalla fine. Siamo riusciti prima a pareggiare con il portiere di movimento e poi abbiamo trovato un gol di tacco, a 25 secondi dal termine del match, che ci ha regalato i tre punti. La partita è stata quasi totalmente condotta da noi, però l’estremo difensore avversario è stato bravissimo, compiendo diversi interventi decisivi e a volte siamo stati imprecisi sotto porta. Purtroppo ci capita spesso: non concretizziamo tutto quello che creiamo, invece gli avversari ci puniscono sulle poche occasioni che concediamo. Dobbiamo essere un pochino più cinici, perché andando in vantaggio diventa tutto più facile”.

ATLETICO ANZIOLAVINIO – Domani Scaccia e compagni affronteranno l’Anziolavinio, a quota 6 punti in classifica. “Li abbiamo affrontati 2 anni fa – spiega l’estremo difensore - ma non so e la squadra sia più o meno la stessa. Abbiamo visto i loro risultati nei turni precedenti, sono stati tutti positivi o comunque hanno giocato partite molto tirate. E’ un impegno difficile, ci aspetta un’altra battaglia. D’altronde nel nostro girone non esistono gare facili o scontate. Noi scendiamo sempre in campo vincere, anche domani cercheremo di ottenere il massimo”.

GIOVENTU’ - “Abbiamo una squadra ancor più giovane rispetto alla scorsa stagione - conclude Massimo - siamo in 2-3 ad essere un pochino più esperti e qualche ragazzo che lo scorso anno era under 21 ora è diventato senior, poi abbiamo tutti giovani. Le qualità ci sono, però quando le partite sono tirate e serve l’esperienza, noi pecchiamo un po’. Con la giovane età della rosa magari acquisti qualcosa sul piano fisico, ma perdi sicuramente sul piano dell’esperienza. In determinati momenti conta più il giocatore che sa gestire la gara, rispetto a quello che fa un dribbling o che corre. Ma è tutto assolutamente comprensibile ed era stato preventivato”.


Laura Prospitti
 

 




COPIA SNIPPET DI CODICE