skin adv

Cagliari, la marcia si ferma: 2-3 con la Ternana. Podda: "Errori di sufficienza"

 23/10/2017 Letto 124 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    FUTSAL FUTBOL CAGLIARI





Si ferma contro la Ternana la marcia della Futsal Furbol Cagliari in campionato. Dopo 4 vittorie su altrettante partite le rossoblu si schiantano sul muro eretto dalla Ternana che espugna il PalaConi per 2 a 3. È una Ffc dai due volti quella scesa in campo nel pomeriggio: lenta, macchinosa e imprecisa quella del primo tempo; grintosa e determinata nella ripresa. Ma a Vargiu e compagne non basta la buona seconda frazione per portare a casa punti e recuperare lo sciagurato primo tempo e l'1-3 regalato alle ospiti nei 20 minuti iniziali.

PRIMO TEMPO - A ringraziare dei regali rossoblu sono, in serie, Neka (5’49”) che si trova l’autostrada aperta davanti a Mulas dopo una palla sanguinosa persa da Peque (1-0); Renatinha (9’36”) lanciata in campo aperto con le rossoblu tutte sbilanciate in avanti e Presto (19’37”), cinica a sfruttare un ennesimo lancio del proprio portiere per toccare in rete dopo uno scontro Mulas-Peque. Nel mezzo delle prime due segnature ospiti, c’è il tempo per la prima gioia in campionato di Cocco (6’34”) che sigla il momentaneo 1-1 con un delizioso colpo di tacco. Ma la rete di Federica è l’unico sorriso di un primo tempo davvero brutto.

SECONDO TEMPO - La ripresa è tutt’altra cosa con le ragazze allenate da mister Diego Podda che tornano in campo con la giusta grinta e velocità. Ma la Ternana chiude tutti gli spazi e si mette dietro la linea della palla per non far passare le rossoblu che ci provano in serie, ma senza lucidità. Prima è Marta, tutta sola dalla sinistra, a sbattere sul muro alzato da Mascia, poi è Gaby, di sinistro sul secondo palo, ma Vargiu non arriva all’appuntamento col gol. Appuntamento che non manca Peque al 4°. Palla di Marta lanciata in velocità sulla destra, assist filtrante in mezzo per la numero 7 Ffc pronta a toccare in rete il pallone del 2 a 3. Il gol da ancora più fiducia al Cagliari che prova a pareggiare l’incontro più volte ma senza riuscirci. Il risultato, così, non cambia più nemmeno con l’ultimo tentativo di mister Podda che schiera il portiere di movimento a 2’30” dal termine.

PODDA - Deluso e arrabbiato mister Diego Podda a fine match. “Era la partita che ci aspettavamo ma l’abbiamo interpretata male e non abbiamo fatto nulla di quello che avevamo preparato in settimana, soprattutto nel primo tempo - dice il mister - che sarebbe stato letale regalare certe situazioni lo sapevamo e infatti ci siamo fatti cogliere di sorpresa su brutte palle perse. Alla fine è normale perdere quando si scende in campo con l’atteggiamento sbagliato e si fanno tanti errori di sufficienza: non ce lo possiamo permettere”. Per il mister “è mancato quello che avevo chiesto alla vigilia: intensità, continuità e intelligenza, tutte cose che non abbiamo messo in campo dove non abbiamo fatto nulla per meritare qualcosa di diverso della sconfitta - sottolinea - come ci siamo elogiati le scorse settimane quando abbiamo fatto bene e vinto, è giusto che oggi tutti facciamo una profonda autocritica - conclude mister Podda - dobbiamo continuare a lavorare e migliorare in vista delle prossime gare, quando avremo una doppia trasferta in campi molto complicati: dovremo giocare al massimo per tornare a fare risultato”.


Matteo Piga
Ufficio Stampa Futsal Futbol Cagliari




COPIA SNIPPET DI CODICE