skin adv

Bonanni saluta l'Olimpus: "Grazie a tutti, resterete sempre nel mio cuore"

 06/06/2019 Letto 224 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Redazione
Società:    OLIMPUS





Alessio Bonanni lascia l'Olimpus dopo appena un anno di lavoro. Nessuno screzio, nessun problema con la società: solo questioni familiari e lavorative, come ha sottolineato il diretto interessato, salutando e ringraziando il club del PalaOlgiata per gli splendidi mesi trascorsi insieme.

BONANNI - "La prossima settimana, nella splendida cornice del Salinello di Tortoreto, concluderò la mia avventura all'Olimpus. Una stagione ricca di lavoro ma anche di soddisfazioni. Motivi familiari e di lavoro mi hanno portato a fare una scelta diversa. Quella fondamentalmente di avvicinarmi. È bastato poco, solo un anno, per farmi entrare nel cuore la società biancoblu dell'Olimpus. Che mi ha dato da subito una fiducia incondizionata consegnandomi ogni scelta su settore giovanile e scuola calcio. Per questo e per molto altro non posso non ringraziare Andrea Verde e Renato Serafini. Le persone che mi hanno scelto e mi hanno dato l'occasione di arricchire le mie competenze e le mie conoscenze. Due persone di cui non posso che parlare bene e riconoscere il grande amore e i grandi sacrifici che fanno per tenere alto il nome di una delle società più storiche di questo sport. Una società di eccellenza per la quale sono orgoglioso di aver potuto lavorare. Ringrazio di cuore anche Alessandro Angelucci, che mi avrebbe voluto con lui anche la prossima stagione: sono sicuro che lavorando insieme ad uno dei migliori dirigenti del panorama laziale sarei potuto crescere ancora di più. Grazie mille a Marco Ottaviani per la disponibilità immensa e la collaborazione. Persona stupenda che farà bene in qualsiasi ruolo in questo sport. Ringrazio di cuore e chiedo perdono per averli fatti impazzire alcune volte Raffaele Mendicino e Antonio. Persone indispensabili nel mondo Olimpus. È stato un piacere seguire le prime squadre maschili e femminile, due gruppi composti da ragazzi e ragazze speciali. Grazie a Caropreso e Aldo Musci per la fiducia che hanno sempre riposto nella mia persona. È stato un onore per me avervi potuto dare qualche consiglio e rubare con gli occhi qualcosa dai vostri allenamenti. Mi dispiace un casino non poter usufruire per il prossimo anno delle stesse opportunità con Riccardo Budoni, personalmente considerato una delle persone più squisite di questo pentamondo e Alessio Luzi, sono certo che faranno benissimo. Grazie a tutti gli allenatori del mio settore giovanile e della scuola calcio. Maurizio Tulotta, Valerio Cecchetti, Davide Merli, Marco Pagnoni, Ranfone, Enrico Barone, Alessio Forgione, Gagliardi Pasquale Gagliardi, Articoni Danilo Genziani, Danilo Articoni, Michela Mimmi Guida, Serena Benvenuto, Giorgio Regni Luigi Brunelli. Con ognuno di voi c'è stata tanta collaborazione e qualche incomprensione ma mi avete dato tutti più di quanto io possa aver dato a voi. Grazie soprattutto a Tommaso Pascucci, senza IL quale sarebbe stato impossibile arrivare fino alla fine. È stato la mia spalla quando c'ero, la mia persona quando non potevo esserci e la mia mente quando la mia era distratta dalle cose della vita. Un fratello e un amico, come tantissimi di voi sono diventati durante questa esperienza. Grazie ai genitori per la costante comprensione e a tutti i ragazzi. Grazie a quelli che credevano che fallissi e che sarei durato pochi mesi e sarei scappato a Roma Sud. Siete stati la mia forza nei momenti difficili. Vorrei dire tante altre cose ma, sono stato già lungo. Ci rivedremo da avversari ma mai da nemici. Nelle prossime giornate comunicherò quale sarà il mio futuro. Porterò sempre con me questa bellissima stagione e l'Olimpus".


Redazione




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità