skin adv

#futsalmercato, il retroscena: A&S e il no con David Marìn. Caccia all'erede di Perez

 16/06/2019 Letto 1044 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    ACQUAESAPONE





Quando ha capito che Tino Pérez avrebbe accettato la corte serrata dell'Inter Movistar, l'A&S ha provato ad ammiccare, ma era ormai troppo tardi. Così, si è guardata attorno, cercando un entrenador che si avvicinasse alla filosofia di gioco dell'ormai ex tecnico campione d'Italia: peccato che David Marìn aveva già dato la parola al Lollo Caffè Napoli per il rinnovo. Questo il retroscena il giorno dopo l'abdicazione del re pescarese.
 
SFOGLIANDO LA MARGHERITA l'Acqua&Sapone va a caccia dell'erede di Tino Pérez. Il Centro ha fatto uscire subito i rumors su un presunto ritorno di Bellarte, campione d'Italia con la Salinis femminile. Il Filosofo di Ruvo ha mantenuto i (buoni) contatti con Enio Barbarossa, ma una trattativa vera e propria non sembrerebbe ancora iniziata. E' uscito il nome di Julio Fernandez (bi-campione d'Italia con altrettante squadre, Marca e Luparense) perfino quello di Velasco. Ma il Mago avrebbe deciso fermarsi un po' dopo i 7 anni e i 14 titoli (due Champions di fila) con la MAquina Verde. Insomma, per il successore di Tino Pérez bisogna attendere. Come giusto che sia, in fondo le Finals sono appena concluse.
 
Pietro Santercole




Pubblicità