skin adv

Lima allo scoperto: "Torno in Brasile per la famiglia e per via dell'Italfutsal"

 26/06/2019 Letto 5025 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    ACQUAESAPONE





Aosta l'ha adottato. Ad Arzignano ha vinto la prima delle sue 4 coccarde tricolori. Ad Asti è diventato GL3, prima della parentesi spagnola con ElPozo Murcia. Con l'A&S si è tolto il peso dello scudetto. Quindici anni nel Belpaese, capitano dell'Italfutsal campione d'Europa nelle Notti Magiche di Anversa 2014. Uno dei sette decani della Nazionale torna in Brasile, togliendosi qualche sassolino dalle scarpe.
 
DUE MOTIVI hanno indotto Gabriel Lima a lasciare la Serie A. "Non tornerò a giocare per un’altra squadra in Italia. Ad oggi le cose stanno così". L'ex Azzurro entra nello specifico. "La mia scelta di non rinnovare è più che altro una scelta di vita e vi spiego i due motivi più importanti - scrive Lima direttamente sulla sua pagina facebook - io e Marcella da sempre abbiamo pianificato che quando avremo avuto un figlio, saremmo tornati dai nostri parenti per farlo crescere accanto a loro. Oggi Miguel ha 4 anni, Maria Julia 2 e Thiago 1. Quindi tutto questo tempo abbiamo vissuto con questo dubbio riguardo alla nostra vita di famiglia e ogni volta ci pesava di più questa situazione. La seconda motivazione è la Nazionale". Ecco un tasto dolente. "Ero totalmente consapevole che dal momento in cui, per un motivo o per un altro, non sarei più stato un giocatore della Nazionale, avrei fatto più fatica a tornare in Italia. Ho sempre preso le mie decisioni personali con la Nazionale in primo piano, vivendo lontano dai nostri e molte volte ho rifiutato proposte dall’estero per stare più vicino all’Italia e disponibile ai raduni. Purtroppo nell’ultimo periodo le cose sono andate così così e sinceramente sono rimasto molto male. Ma su questo argomento parlerò più avanti. E' soltanto per dire che dal momento in cui ho capito che non ero più così importante, ho deciso che non avrebbe più avuto la precedenza sulle mie scelte personali. Fare un post per salutare l’Italia e ringraziare per questi 15 anni è impossibile. Chi mi conosce veramente sa il quanto ci tengo a tutto e questo mi basta".
 
Pietro Santercole




Pubblicità