skin adv

Italservice, Miarelli (ancora) in versione Mammarella. "Provo a stargli in scia"

 15/09/2019 Letto 510 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    PESARO





In almeno quattro finals su conque aveva spaccato, con quell'X-Factor degno del miglior Mammarella conquistato con il passare degli anni. La Supercoppa italiana vinta dall'Italservice è servita soltanto a confermare un Michele Miarelli mvp per distacco della finale del PalaPizza contro l'Acqua&Sapone.

L'ANALISI "Abbiamo incontrato una squadra diversa da giugno, un'Acqua&Sapone ancora non rodata, ma comunque di primo livello". L'Italservice vola subito sul 2-0, poi sale in cattedra il numero uno dei rossiniani. Che sciorina super interventi a ripetizioni bloccando sul nascere le velleità di rimonta dei pescaresi. "Sono contentissimo per la mia prestazione - continua - ma non si vincono le partite da soli, figuriamoci gare secche come queste. Noi abbiamo puntellato la rosa, con un gruppo che si conosce molto bene, in questo momento ciò ha fatto la differenza". Un Miarelli in versione "San Mammarella" è un'ottima notizia per Musti a ridosso del Main Round dell'Italfutsal per le qualificazioni Mondiali e conferma, al tempo stesso, lo stato di forma del portiere romano. Che attualmente non è inferiore a nessuno. "Stefano è un monumento di questo sport, il miglior prodotto autoctono, per quello che ha fatto e per ciò che ha vinto. Non sono mai stato frustrato dall'essere da tanto tempo il suo vice in Nazionale - continua - ma provo a stargli in scia. Dove sono migliorato? Con gli anni impari a gestire il tempo emotivo, cercando di riprenderti subito dopo gli errori. In questo l'esperienza di Lupari è stata molto importante e mi ha aiutato tanto".
 
Pietro Santercole



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità