skin adv

Vigor, sabato l’ostica trasferta con l’Aranova. Perconti: “Un esordio tosto”

 18/09/2019 Letto 217 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Marco Panunzi
Società:    VIGOR PERCONTI





Guarderà i compagni dalla tribuna. Assisterà al complicato esordio contro l’Aranova conscio della difficoltà della sfida, ma consapevole che la Vigor ha i numeri, soprattutto anagrafici, per non sfigurare. Matteo Perconti è pronto a tirar su il sipario della sua C1.

OBIETTIVI – Finalmente si fa sul serio. Anche per la Vigor è tempo di scendere in campo per il massimo campionato regionale. “La nostra priorità quest’anno è evitare i playout: in questo senso posso dire che ambiamo a ricoprire le posizioni che vanno dal 5° all’8° posto, per blindare la salvezza. Poi è ovvio che, se a una decina di gare dal termine ci trovassimo a poca distanza dai playoff, proveremo ad agguantarli”, in questo modo Matteo Perconti si avvicina all’esordio della Vigor, la trasferta di sabato contro l’Aranova. Con l’umore sereno di chi è convinto dei mezzi che la squadra ha a disposizione, nonostante non tutto sia stato proprio rose e fiori. “Mi piace la giovinezza della nostra squadra, di 20 giocatori che siamo l’80% è Under 21. Dispiace aver perso, invece, un uomo esperto come Andrea Massimo: perdere un portiere come lui, forse tra i primi 2 della categoria, è un colpo enorme, perché portava un carico di personalità e esperienza molto grande. Sono convinto che i suoi colleghi faranno bene, ma non è semplice sostituirlo”.

ESORDIO – Aranova, per l’appunto. Ragionando unicamente sulle statistiche, uno degli inizi più complicati per la Perconti: l’anno scorso la prossima rivale di Matteo e soci è arrivata seconda, dietro solo al Carbognano oggi in B, e con un ruolino di marcia in casa nella scorsa edizione di 10 vittorie su tredici gare in regular season. “Rompere il ghiaccio con questa trasferta non sarà semplice, loro sono una squadra tosta che praticamente cinque mesi fa si giocava i playoff: si inscrivono alla perfezione all’interno del girone, un gruppo di roster molto competitivo e dall’alto tasso di difficoltà. Bisognerà da subito stare attenti”. Di confronti ufficiali tra le due compagini non ce ne sono nel passato recente, la gara di sabato rappresenterà praticamente un inedito, come il più classico degli esordi. Ma Matteo, che è infortunato (ditorsione alla caviglia al Provincia di Roma) e guarderà i compagni dalla tribuna, è molto convinto dei numeri del roster della Vigor. “Nella prestagione abbiamo espresso un ottimo gioco, si può dire che siamo già rodati, ci troviamo a memoria. Siamo pronti per cominciare”.


Marco Panunzi





Pubblicità