skin adv

FLA, l’U17 Élite affidata a Daniele Mancori: “Qui occasione per migliorare”

 20/09/2019 Letto 196 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Alessandro Pau
Società:    FUTSAL LAZIO ACADEMY





Come sempre, la Futsal Lazio Academy continua nel processo di crescita e sviluppo dei giovani talenti. Quest’anno è stata formata una squadra U17 che parteciperà al campionato Élite: a guidarla, in panchina, ci sarà Daniele Mancori, mister con esperienza nel regionale e con tanta voglia di mettersi in gioco.

SFIDA – Per Mancori, allenare una squadra U17 è una novità: farlo in una categoria così prestigiosa è sicuramente  un ulteriore passo in avanti nella propria carriera. “Quest’anno allenerò per la prima volta una squadra U17, e farlo al fianco di un professionista come Fabrizio Ferretti è per me motivo di orgoglio, oltre che una spinta a migliorarmi. Non conoscevo nessuno dei ragazzi - spiega Mancori -, ma sin dai primi giorni abbiamo iniziato a lavorare molto, creando un buon legame tutti insieme. La società è al top del livello, sono davvero contento di farne parte. Qui si lavora solo per la crescita e il divertimento dei ragazzi: poi, ogni alto obiettivo, viene di conseguenza. Venendo da tanti anni di regionale, è un’occasione, per me, per dimostrare il mio valore: mi impegnerò, così come i ragazzi, e sono sicuro che faremo bene. Vorrei ringraziare Dario Maggesi, Rino Scarabotti e Fabrizio Ferretti per avermi fatto entrare in questa bella famiglia”.

LAVORO – Superata la fase delle presentazioni, per Daniele Mancori è iniziato anche il periodo di preparazione, di studio della rosa e di pianificazione degli obiettivi stagionali. “Il gruppo è quasi totalmente nuovo, tranne qualche ragazzo che era già qui lo scorso anno. Per questo abbiamo iniziato a lavorare presto, seriamente e duramente. Essendo un campionato élite, è normale che il primo obiettivo deve essere quello di mantenere la categoria: poi vedremo cosa ci riserverà la stagione. Non conosciamo le avversarie, e allo stesso tempo loro non conoscono noi. Dobbiamo lavorare soprattutto sotto l’aspetto della tecnica individuale e sulla costruzione delle manovre offensive. Alla base di questo sport - continua Mancori -, ci deve essere l’unione di intenti e l’obiettivo comune: si deve lavorare tutti insieme per migliorare e crescere, aiutandoci sia dentro che fuori dal campo”.


Alessandro Pau





Pubblicità