skin adv

#SerieBFutsal, Juvenia sempre in testa. Città di Cosenza a punteggio pieno

 16/11/2019 Letto 329 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





Una nuova capolista (per ora) nel girone A. La prima sconfitta del Campello Motors nel C. La coppia (momentanea) formatasi in testa al girone F con l'ottimo Taranto. E il sei su sei. Sono le principali novità dopo la settima giornata di un campionato cadetto.

GIRONE A  Lo stop forzato del Cagliari produce un ribaltone nell'alta classifica del girone A. Il Real Cornaredo, infatti, sbriga la pratica Athletic Chiavari - che in trasferta non va - per operare il sorpasso. Vince anche il "rientrante" Domus Bresso (bene Privitera nel blitz sardo con l'Ossi), ora di nuovo insieme ai sardi di Podda. Rallentano Orange Futsal Asti (fermato sul pari nel derby piemontese con il pericolante Rhibo Fossano) e Carmagnola (4-4 a Lecco), al Videoton Crem lo scontro salvezza con il Bergamo La Torre.
 
GIRONE B Vacca Beregula continua a segnare grappoli di gol (tripletta a Belluno), così il Bubi Merano doppia il Canottieri e conserva la vetta della classifica. In scia alla capolista giallorossa c'è il Futsal Cornedo, abile a sconfiggere il Pordenone nel match clou di giornata. Ora i Ramarri scivolano addirittura fuori dalla zona playoff, perché in un podio super affollato ci sono Atletico Nervesa (dalle settebellezze sul campo del Futsal Atesina), il Sedico (che batte e aggancia il Maccan Prata, nel suo domicilio) e quell'Arzignano Team che fatica più del previsto per domare un indomito Olympia Rovereto. Scatto Udine City, corsaro con il Palmanova.
 
GIRONE C Dopo sei successi in altrettanti incontri, s'interrompe bruscamente la marcia del Campello Motors CdM, sorpreso in casa dal Faventia e ora di nuovo al comando insieme a quel Corinaldo che non ha problemi, invece, in trasferta con l'Aposa. I manfredi esultano due volte: sono la prima squadra a battere il roster di Candeo e ora sul gradino più basso del podio, perché il Futsal Cesena esce sconfitto dal derby con il Pro Patria San Felice. Quinto posto appannaggio del Miti Vicinalis grazie al successo nello scontro diretto con l'Eta Beta. Ma il Cavezzo e il redivivo Sporting Altamarca sono lì.
 
GIRONE D Un Berti elevato al cubo regala il quarto successo di fila a un Prato che rischia nel finale con la Mattagnanese ma alla fine porta a casa un 3-2 che vale la difesa del primato. Ma Futsal Askl (corsaro sul campo del Cagli) e la coppia Vis Gubbio (ok con la Sangio) Cus Ancona (poker all'Atlante Grosseto) rimangono a stretto contatto con la vetta. Lastrigiana di misura sul Grottaccia, in coda tre punti preziosi per la Poggibonsese, che regola il fanalino di coda CTS Grafica.
 
GIRONE E Comanda ancora lo Sporting Juvenia, che non si distrae, rifila una cinquina allo Jasna e continua a menare le danze. Reggono il passo dei ragazzi di Bagalà sia il Monastir Kosmoto (immediato riscatto con la Forte Colleferro) sia la Fortitudo Futsal Pomezia (che concede il bis ad Aprilia), non la Roma History 3Z, fermata sul pari dal Carbognano. Il Real Terracina stacca la zona pericolo sfruttando il fattore campo contro il San Paolo Cagliari.

GIRONE F Coppia al vertice. Complice lo stop forzato della capolista Bernalda, il Taranto si affida ai gol (ben quattro) di super Dao e alle parate della saracinesca Ventimiglia per battere l'Orsa Viggiano e per agguantare i lucani di Volpini. Turno pro Futura Matera, che passa a Salerno e appaia quei Leoni Acerra domati nel derby campano contro il Futsal Parete. Sipremix Limatola e Junior Domitia corsare e ancora insieme nella lotta per i playoff.

GIRONE G Cancio e Pescolla decidono lo scontro al vertice di Molfetta e permettono alla Chaminade Campobasso di rimanere in testa al girone G. In scia alla battistrada balza il Futsal Capurso di Garofalo, dominante nella trasferta con il Giovinazzo. L'importante blitz di L'Aquila permette allo Sporting Venafro di agganciare le Aquile Molfetta in zona playoff. Polisportiva Torremaggiore di misura (e ora più avanti) sull'Olympique Ostuni.

GIRONE H Città di Cosenza, ci 6. Le doppiette di Salerno e Riconosciuto all'Akragas (a segno anche Chiappetta) regalano alla capolista un primato (ancora) a punteggio pieno. Regge soltanto l'Ecosistem Lamezia, che soffre più del previsto contro un Agriplus Mascalucia in partita dall'inizio alla fine, portandosi a casa tre gol che valgono altrettanti punti. Gear Sport fermato da un pirotecnico pari a Bovalino. Il Pro Nissa non si ferma più: netta vittoria sul Siac Messina e aggancio all'Akragas. Tre punti di fondamentale importanza per quella Polisportiva che batte l'Arcobaleno Ispica, scavalcandolo.

Ufficio stampa Divisione

 





Pubblicità