skin adv

Ecocity, Tuccillo shock: "Sto pensando di ritirare la squadra. F4? Non da noi"

 20/11/2019 Letto 1179 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    ECOCITY CISTERNA





Pareggio amaro per l’Ecocity Cisterna, che chiude la sua avventura in Coppa Lazio impattando sul 2-2 contro il Città di Fondi nel ritorno degli ottavi. Al di là dell'esito del match, tengono banco le dichiarazioni di fuoco di Vincenzo Tuccillo, che si scaglia contro il Comitato Regionale e la richiesta di cambio di impianto di gioco arrivata a poche ore dal fischio di inizio della gara: il massimo dirigente del club pontino denuncia il fatto che la sfida si sia disputata su un campo al limite del praticabile. Serena Pichi, che occupa la carica di presidente insieme a Tuccillo, si è unita alla polemica, dichiarando di “essere amareggiata da un sistema gestito in maniera dilettantistica”.

IL CASO - Tuccillo ricostruisce l'accaduto: “La questione è iniziata il giorno prima della partita, che era prevista al palazzetto di Formia. Vengo chiamato dalla società avversaria, che mi comunica in un primo momento l’impraticabilità del campo, salvo poi ritrattare e affermare che l'impianto fosse occupato. Già questo mi ha allarmato, perché mi sembrava una cosa davvero difficile da credere. A quel punto, ho fatto una serie di proposte per riuscire a trovare una soluzione migliore, visto che il campo in cui si è effettivamente svolta la partita era all’aperto e, anche a causa delle condizioni metereologiche, era in condizioni al limite della praticabilità. Il problema, però, non è tanto quanto è stato fatto dal Fondi. Io mi rivolgo al Comitato, che ha avallato la richiesta del cambio praticamente a ridosso del fischio di inizio. Mi sento completamente deluso e amareggiato da questa situazione, reputo tutto ciò assurdo. Sono qui a parlare, ma non lo faccio perché sono uscito dalla Coppa, anzi, colgo l’occasione per fare un plauso alla mia squadra, che ha giocato un'ottima partita. Mi sento preso in giro: se c’è un regolament,o mi aspetto che questo venga rispettato. In questo caso non è stato fatto, e ciò è costato veramente tanto alla mia squadra, sulla quale ho investito tempo e denaro”.

LE INTENZIONI - Tuccillo è un fiume in piena e paventa un'ipotesi clamorosa: “Nel vedere questa situazione, in cui il Comitato si permette di fare tutto ciò che vuole, anche a danno di qualche squadra, sto seriamente pensando di ritirare l’Ecocity Cisterna dal campionato di Serie C1. Non posso tollerare questi comportamenti, che ci danneggiano in maniera estrema, voglio, inoltre, lanciare un messaggio nei confronti di questi soggetti. Ripeto di nuovo: non ce l’ho con il Fondi nella maniera più assoluta, né sto avendo questa reazione a causa del risultato, ma semplicemente perché vedo degli atteggiamenti davvero inaccettabili da parte di chi dovrebbe tutelare le società e aiutare a far crescere il movimento, invece di danneggiarlo. A prescindere da ciò che succederà con la squadra, comunico che non darò la disponibilità del nostro palazzetto per la Final Four di Coppa, che si sarebbero dovute giocare a Cisterna. Sono veramente dispiaciuto, mi sto consultando con la società e a breve consulterò i giocatori, con i quali ho intenzione di onorare la parola presa per quanto riguarda gli stipendi, comunque vada. Ma il Comitato ha davvero fatto qualcosa di incredibile, io a questo gioco non ci voglio stare”.


Giuseppe Nebbiai
 





Pubblicità