skin adv

Arriva il Sandro Abate. Ma l'Arzignano ha (pure) la coperta molto corta

 06/12/2019 Letto 208 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ARZIGNANO





Terzo venerdì di fila casalingo per l’Arzignano che stasera alle 20.30 riceve la visita della corazzata Sandro Abate Avellino. Una sfida sulla carta impossibile coi biancorossi che si presentano alla partita di stasera con la rosa ridotta al lumicino dopo le partenze di Pedotti e Ghouati, il primo rientrato in Brasile per problemi personali e il secondo sceso di categoria in serie A2 per difendere i colori dell’L84. 
 
SFIDA IMPOSSIBILE ma solo il campo dirà se le carte hanno ragione, certo per tener testa ad una squadra che lotta nei piani alti della massima serie bisognerà mettere in campo oltre alla solita cattiveria di mostri sacri come Marcio e Amoroso anche quella fortuna che in certi frangenti è venuta a mancare in questa prima parte di campionato. Dal mercato invernale ancora nessuna novità col ds Borrelli e il presidente Rossetti che stanno sondando varie piste per il momento tutte da fumata bianca. Se l’Arzignano non porta delle modifiche alla sua rosa sarà una lenta e lunga agonia fino a fine stagione con l’aggravante rispetto allo scorso anno di tre retrocessioni dirette più una dai play out. Insomma una salita tortuosa quella che attende i vicentini che in casa devono cercare punti salvezza a tutti i costi, i pari contro Eboli e Pescara non bastano perché l’ultimo posto è li dietro l’angolo che incombe. Al PalaTezze vedremo invece un Avellino in salute con all’attivo sette vittorie in dieci gare con tre successi nelle ultime tre gare che confermano l’ottimo momento della squadra di mister Batista subentrato in corso d’opera al tecnico Oranges. Nello scorso fine settimana battaglia vinta contro la CMB per 5 a 2 a conferma del potenziale offensivo di tutto spessore con all’attivo ben 46 gol grazie alle undici marcature di Dian Luka e ai nove gol firmati da Fantacele che torna da Arzignano dopo tanti anni di assenza. Tra i pali Molitierno, nel giro della nazionale italiana, in campo attenzione anche ad Abdala e a Mello giocatori importanti e sempre pronti a regalare spettacolo. Ad arbitrare il match saranno Sgueglia di Civitavecchia e Tariciotti di Ciampino.
 
Ufficio stampa Arzignano




Pubblicità