skin adv

Bassa, Aiello fiducioso. “Con le idee di Ruggiero arriveremo agli obiettivi”

 23/01/2020 Letto 247 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Marco Panunzi
Società:    BASSA UNITED





Nessun successo nell’anno nuovo per il sodalizio di Drago: nella seconda uscita del 2020, quella col Bondanello, Antonio Aiello e soci non vanno oltre il 4-4 con la penultima in classifica. Per il giocatore arrivato ad inizio dicembre non è niente di preoccupante perché, lavorando sulle idee di gioco di Ruggiero, la squadra arriverà ai suoi obiettivi.

PROGETTO - “Quello che mi ha convinto a venire alla Bassa a dicembre è il progetto che hanno, quello cioè di salire di categoria nel giro di poco tempo. In più ho trovato un presidente e un vice presidente molto seri e ambiziosi, che non ci hanno messo molto a convincermi”, queste le premesse che hanno spinto Antonio Aiello, uno dei volti nuovi della Bassa United, a vestire la divisa del sodalizio di Drago. Il primo innesto del futsalmercato decembrino è stato attratto dalla voglia dei parmensi di iniziare una vera e propria scalata verso le categorie più nobili: questa volontà del club non si arresta neanche dopo il pari col Bondanello, risultato maturato a 10” dalla fine quando un fallo ingenuo commesso dai ragazzi di Ruggiero ha regalato la punizione che ha fatto mettere in cascina un punto alla penultima in classifica. “Purtroppo il loro campo è molto piccolo, quindi non siamo riusciti ad imporre il nostro gioco: il nuovo tecnico ci fa giocare con un 4-0 molto di possesso, quindi abbiamo fatto fatica in un terreno di gioco dalle dimensioni ridotte. Loro comunque hanno segnato tre gol su ripartenza e uno su palla inattiva”.

PROSPETTIVE - La vetta si allontana ma non si spengono le speranze del roster. Nonostante il Mader sia a 10 lunghezze e Ferrara e CUS Parma non mostrino segni di cedimento, Antonio non si lascia spaventare dalle statistiche del tempo presente e guarda oltre. “Il mister ci ha chiesto di fare le cose che proviamo in settimana senza badare troppo ai risultati: ci sono giocatori giovani qui che hanno la possibilità di crescere e di far bene”. Una statistica su tutte è quella che più stupisce rispetto alle altre, quella dei gol subiti: solo 3 compagini hanno incassato più reti, le ultime in classifica; e il confronto con le squadre che ambiscono ai playoff non regge, visto che nessuna di queste si è fatta trafiggere come la Bassa. Aiello però non è preoccupato. “Di solito chi ha la miglior difesa vince. Anche i gol però devono arrivare: in questo momento facciamo fatica a trovare la profondità, ci manca l’ultimo passaggio. Dopo aver lavorato sulla fase difensiva stiamo lavorando molto sul discorso propositivo. La Mader vincerà il campionato secondo me, quindi noi ci concentriamo sugli altri fronti, sulla Coppa e sui playoff: lavoriamo sulle idee del mister con calma e senza preoccupazioni. Alla fine dell’anno arriveremo ai nostri obiettivi”.


Marco Panunzi





Pubblicità