skin adv

Vignoli riprende Massa, ma è un contentino: Imolese, solo un pari

 26/01/2020 Letto 109 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    IMOLESE 1919





Stavolta è il pareggio a definire la contesa fra Città di Massa e Imolese. I rossoblu smentiscono i due precedenti, che li vedevano uscire sempre sconfitti, ma non è la soddisfazione a pervadere i loro animi. Perchè l'Imolese di oggi era scesa in campo per vincere, come dimostra la mole di gioco prodotta e il numero di conclusioni, di gran lunga superiori rispetto al Città di Massa. L'avversario era uno di quelli che non perdona, uno di quelli che sa far tesoro degli errori della controparte e che, oggi come non mai, brillava del talento di Dodaro.
 
LA PARTITA Gli ospiti partono subito con uno spiccato piglio offensivo, che si traduce nei tiri di Foglia e Baroni respinti dal portiere. Il Città di Massa, assente dalla fase offensiva, compare al 6', per centrare all'improvviso la rete con Lari. La difesa rossoblu, ancora concentrata sulla metà campo opposta, non rientra e subisce, dopo un solo minuto, l'affondo di Manfredi, lasciato libero insieme ad un compagno. La reazione ospite è immediata: il forcing riprende e la resistenza dei locali, puntellata dall'estremo difensore, colpito a ripetizione, cede in sole due occasioni. Al 9' Revert scarica la sua potenza di tiro e, dalla distanza, mette di diagonale in rete; al 14' Gabriel passa in area a Baroni che, di spalle, con una suolata pareggia. Negli ultimi secondi Manfredi viene espulso per doppia ammonizione: l'Imolese non ha il tempo di allungare. La ripresa è una replica della prima frazione, con un ritmo ancora più incalzante. I rossoblu attaccano, ma, ancora una volta, è l'astuzia del Città di Massa a procurare il vantaggio: Bandinelli ruba palla all'avversario e corre solitario verso la porta, vincendo Paciaroni. Vignoli risponde a tono, al 6': Dodaro esce dai pali e il capitano, intravisto dalla distanza il varco, con un tiro rasoterra centra la porta sguarnita. La tensione di gioco è palpabile: i locali creano poche, ma velenose, occasioni di tiro; l'Imolese crivella di colpi la porta, senza trovare quello letale neppure sul finale, col portiere di movimento. Il Città di Massa ottiene un punto, l'Imolese ne perde due: rossoblu sempre in attacco, eppure, paradossalmente, sempre a rincorrere il pareggio. Nella spietata lotta per i play-off, l'Imolese oggi conferma, contro una diretta concorrente, il proprio potenziale: ora serve quella spregiudicatezza che trasforma l'intenzione nel goal in più.
 
Prossimo turno – campionato (Massa, 25/01 ore 15.00): CITTA’ DI MASSA CALCIO A 5 - IMOLESE CALCIO 1919
 
CITTA' DI MASSA CALCIO A 5-IMOLESE 3-3
CITTA' DI MASSA: Nobili, Quintin, Manfredi, Borges, Ziberi, Bandinelli, De Angeli, Garrote, Berti, Perciavalle, Dodaro, Lari. All. Garzelli.
IMOLESE: Vittori, Pieri, Vignoli, Gabriel, Foglia, Liberti, Butturini, Ansaloni, Radesco, Revert, Paciaroni, Baroni. All. Carobbi.
ARBITRI: Beggio di Padova e Colombin di Bassano del Grappa; cronometrista, Agosta di Rovigo.
RETI: p.t. 5'46” Lari (C), 6'50" Manfredi (C), 9'15" Revert (I), 14'38" Baroni (I); s.t. 5'17" Bandinelli (C), 6'21" Vignoli (I).
AMMONITI: Bandinelli, Gabriel, Vignoli.
ESPULSI: Manfredi.
 
Stefania Avoni
Ufficio Sampa Imolese Calcio 1919



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità