skin adv

Bernalda, sogno F8 infranto. Mazzei: "Accettiamo la sconfitta con serenità"

 13/02/2020 Letto 146 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    BERNALDA





Al PalaPoli si infrange il sogno della Final Eight di Coppa Italia del Bernalda Futsal che alla distanza contro le Aquile Molfetta abili a sfruttare al meglio le occasioni costruite nella ripresa. Severo il passivo di 5-2 per gli uomini di Volpini, orfani di Fusco e Caetano. Niente drammi comunque in casa Bernalda ora lo sguardo è rivolto più che mai alla vittoria del campionato.

PRIMO TEMPO - Inizio gara di marca pugliese con un paio di tentativi dei molfettesi. Risponde il Bernalda con un tiro da posizione decentrata di Bidinotti deviata in corner dal portiere Lopopolo. Mister Volpini avanza il portiere Boschiggia come quinto di movimento per fornire un maggiore peso offensivo ai rossoblù. Il Bernalda ci prova con un diagonale di Gallitelli respinto da Lopopolo. Poi due clamorose palle gol sprecate dal Molfetta, entrambe con Alessio Mutolo: nella prima sfera intercettata da Boschiggia, mentre nella seconda occasione il pallone finisce di poco oltre la traversa. Risponde il Bernalda con una bordata dalla distanza di Cao Pelentir: Lopopolo respinge di pugno. I lucani insistono con due ghiotte occasioni sui piedi di Cao Pelentir e Bocca ma Lopopolo è attento. Il Molfetta è pericoloso ma Murò in scivolata si oppone con il corpo ad una conclusione avversaria salvando la propria porta. Il Bernalda ha una buona opportunità con Bidinotti: Lopopolo respinge. Il Molfetta vicino al gol con Antonio Murolo che si fa deviare il tiro ravvicinato da Boschiggia mentre la staffilata di De Pinto sorvola di poco la traversa. Il Bernalda aumenta i giri e avanza nuovamente Boschiggia come quinto di movimento, l’ultima occasione della prima frazione capita sui piedi di Cao Pelentir: Lopopolo respinge. Il primo tempo termina 0-0.

SECONDO TEMPO - Nei primi minuti della ripresa parte bene il Bernalda con un paio di conclusioni dalla distanza che finiscono al lato. Il Molfetta ha la palla buona con un pallonetto di Dell’Olio che finisce di poco oltre la traversa. Poco dopo Boschiggia compie un prodigioso intervento su un avversario. La rete dei pugliesi giunge poco più tardi grazie al preciso diagonale di Dell’Olio per 1-0. I padroni di casa sfiorano il raddoppio con Pedone: Boschiggia è strepitoso. Il tecnico Volpini avanza proprio il portiere brasiliano che ha sui piedi la palla del pari ma Lopopolo si oppone. L’estremo del Molfetta respinge anche la staffilata dalla distanza di Bidinotti. Pochi istanti dopo, però, è il Molfetta a raddoppiare con il tap-in vincente di Palermo per il 2-0. Il Bernalda tenta di recuperare avanzando nuovamente Boschiggia da quinto di movimento e i rossoblù accorciano le distanze: diagonale teso di Cao Pelentir, sulla traiettoria della palla si avventa Grossi che insacca per la rete della speranza lucana. Il Molfetta, però, è letale in contropiede e realizza il 3-1 con l’intervento in scivolata di Dell’Olio che capitalizza un assist proveniente dall’out mancino. I pugliesi allungano al 16’ riconquistando palla nella trequarti rossoblù, Binetti si ritrova tutto solo davanti a Boschiggia battendolo con un fendente sotto la traversa per il 4-1. Passano una manciata di secondi per la cinquina molfettese: Bocca calcia un rasoterra forte e centrale della distanza, Lopopolo intercetta e con un pallonetto da distanza siderale infila il 5-1. Il Bernalda risponde un minuto dopo con la marcatura di Gallitelli che calcia dal fondo indovinando l’angolino alla destra di Lopopolo per il 5-2 finale.

POST GARA COPPA ITALIA - Nel dopo gara abbiamo ascoltato il direttore generale rossoblù Giuseppe Mazzei: “Il Molfetta ha meritato la vittoria, del resto ha giocato la gara al meglio sfruttando le opportunità che ha costruito. Loro hanno messo in campo le peculiarità a disposizione, tra queste non hanno mai mollato su ogni palla e hanno approfittato delle nostre assenze importanti e della stanchezza accumulata sabato scorso nella partita di Potenza. I pugliesi hanno sfruttato il fattore campo; noi, invece, siamo stati troppo frettolosi e in ogni caso avevamo anche pochi cambi a disposizione. Non abbiamo avuto la nostra solita verve e non siamo stati abili nel giro palla come lo siamo di solito. Avremmo potuto gestirla meglio. Accettiamo la sconfitta con serenità, facendo tesoro dei nostri errori”.

VERSO IL PARETE - Archiviata la Coppa Italia per il Bernalda resta il principale obiettivo stagionale, quello di vincere il campionato e coronare il sogno della serie A2. Sabato al PalaCampagna arriverà il Futsal Parete: “Gara difficilissima - afferma il direttore generale Giuseppe Mazzei - contro una squadra in salute e al completo; tra l’atro è reduce da un risultato positivo (vittoria per 4-1 sul Real Team Matera). L’abbiamo battuta all’andata con non poche difficoltà. È una bella squadra di ragazzi giovani che non mollano mai. Noi dobbiamo proseguire il nostro cammino e impegnarci al massimo per conquistare il successo malgrado sia la terza partita in una settimana a ranghi ridotti. Per fortuna rientrerà Davide Fusco ma non avremo Gallitelli e Caetano. Speriamo di avere il supporto del nostro pubblico e ci aspettiamo un’altra prestazione rispetto a quella di Molfetta. Ci aspettiamo la squadra grintosa vista all’opera a Potenza quindi compatta e coesa. Tutti uniti verso l’obiettivo principale del campionato. Speriamo di vedere sabato prossimo il vero Bernalda Futsal”. Protagonista del match di Potenza, l’ala-pivot Salvo Murò si esprime così sulla prossima partita contro il Futsal Parete: “Come sempre sarà un incontro da approcciare con la giusta mentalità. Di sicuro la sconfitta del Taranto della scorsa settimana ci favorisce perché per noi costituisce una sorta di jolly. Ad ogni buon conto noi non dobbiamo sbagliare nessuna partita da qui fino alla fine: vogliamo vincerle tutte e salire di categoria.  Questo è il nostro obiettivo principale; non sarà facile raggiungerlo ma lavoriamo per questo”!


Enrico Losito
Ufficio Stampa Bernalda Futsal




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità