skin adv

#SerieBFutsal, Lassù ancora lo Juvenia. Mestre "vede" la A2. Prato in testa

 15/02/2020 Letto 318 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





La sedicesima giornata del campionato cadetto consacra Mestre, riporta in auge il Prato, fa tirare un bel sospiro di sollievo al Bernalda ma si rivela un turno favorevole per il Taranto, trasforma il duello del girone B in "triello".

GIRONE A Invariata la corsa alla promozione diretta con il clean sheet del Cagliari e il blitz della Domus Bresso a Chiavari contro l'Athletic. Chi sbaglia è il Real Cornaredo, sconfitto sonoramente da un Orange Asti addirittura in doppia cifra. Il Carmagnola blinda la qualificazione al post regular season con il successo sul Videoton Crema, scontro salvezza all'Ossi, di misura sul Bergamo La Torre.

GIRONE B  Fra i due litiganti, il terzo gode. E' un turno molto favorevole all'Atletico Nervesa, che mostra i muscoli all'Olympia Rovereto, prende due punti a Pordenone e Bubi Merano (pari nello scontro al vertice), salendo al secondo posto, a sole due lunghezze dalla capolista giallorossa. Negli altri incontri, cade a sorpreso l'ammazzagrandi Sedico, sorpreso in casa dal Canottieri Belluno e ora tallonato dall'Udine City (trionfante nella sfida tutta friulana con il Maccan Prata) ma anche da un Arzignano Team che piega il Cornedo e torna in corsa per i playoff. In coda il Palmanova vince con l'Atesina, agganciandolo all'ultimo posto.

GIRONE C Non resta che l'aritmetica a negare la promozione diretta a un Campello Motors CdM che fa suo lo scontro al vertice con il Corinaldo, volando a +11 dai biancorossi, ora appaiati con un pimpante Sporting Altamarca, corsaro a Faenza, e da quel Miti Vicinalis ok nella trasferta contro il Bagnolo. Il Futsal Cesena s'impone sul Sant'Agata e ora è a tre punti dai playoff. Profuma di salvezza il blitz del Pro Patria San Felice con l'Eta Beta, Aposa-Cavezzo senza né vincitori né vinti.

GIRONE D C'è una nuova capolista, il Prato. I lanieri sbrigano la pratica Torraccia e approfitta del tonfo di una Vis Gubbio rimontata da un'immensa Poggibonsese, per operare il sorpasso. Ne approfitta anche il Cus Ancona che conferma il pronostico favorevole contro il Cagli e si porta a -2 dalla vetta. Askl e Sangio vincono entrambe, mettendo in cassaforte il pass per i playoff; poker e clean sheet per l'Atlante Grosseto ai danni del fanalino di coda CTS Grafica.

GIRONE E Lo Sporting Juvenia rimane al comando grazie al successo di Colleferro, ma le rivali per la promozione diretta sono sempre lì: la Fortitudo Pomezia si riscatta con l'History Roma 3Z, tutto facile per quel Monastir Kosmoto sempre a -2 dopo il trionfale derby di Cagliari, con una gara in meno rispetto a Juvenia e Pomezia. Velletri in zona playoff grazie al perentorio 6-0 inflitto allo United Aprilia, Carbognano di misura sullo Jasna.

GIRONE F Il Bernalda rischia grosso con il Futsal Parete, strappa un pari comunque sorprendente sul fil di sirena e ora ha solo un punto di vantaggio su quel Taranto che si riscatta, andando a vincere sul campo dei Leoni Acerra, in un autentico festival del gol. Rallentamenti dietro le prime due: Sipremix Limatola fermato in casa sul pari dall'Alma Salerno, il Futura Matera cade con un'Ora Viggiano in modalità playoff. Toccasana San Gerardo Potenza: vince con lo Junior Domitia e torna a sperare nella salvezza.  

GIRONE G Tutto facile per un Capurso da clean sheet, sempre in scia un Giovinazzo che doppia il Playled Canosa nel proprio domicilio, chi sbaglia nella sedicesima giornata è la Chami, sorpresa in casa dall'ottimo Real Dem, ora più lontano dalla zona a rischio retrocessione. Aquile Molfette (in sosta forzata) vengono soltanto agganciate da uno Sporting Venafro che paga le fatiche di Coppa Italia pareggiando ad Ostuni. Tre punti di platino per il Diaz Bisceglie contro il Free Time L'Aquila.

GIRONE H Il countdown per la promozione diretta del Città di Cosenza è scattato già da un po': la lanciatissima capolista calabrese supera a pieni voti anche l'esame derby con la Polisportiva Futura e ora ha addirittura 12 punti di vantaggio sul secondo posto, occupata dal Bovalino. Che non ha problemi con il Siac Messina e coglie al volo l'occasione data dalla sconfitta dell'Ecosistem Lamezia con il Gear Sport. Nissa ok a Mascalucia, Akragas di misura sull'Agriplus. 

Ufficio stampa Divisione





Pubblicità