skin adv

Olimpus, Alessio Di Eugenio: "Non dobbiamo lasciare campo aperto alla Roma"

 28/02/2020 Letto 162 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    OLIMPUS





Rinfrancato dal successo col Lucrezia, l’Olimpus torna al PalaOlgiata per la ventunesima giornata del girone B di Serie A2. Di fronte una Roma a caccia di punti salvezza, reduce dal convincente 3-0 rifilato alla Tombesi nell’ultimo turno.

“Siamo più sereni e con il morale alto, dal momento che siamo ancora attaccati al treno playoff”, le prime parole di Alessio Di Eugenio. Le sconfitte contro Mirafin e Fuorigrotta sono ormai alle spalle, la delusione ha lasciato spazio a un ritrovato entusiasmo. “Sogno playoff? Non vogliamo svegliarci, ci proveremo fino alla fine”, prosegue il numero 23, che poi sottolinea la grandezza del cammino portato avanti dai Blues in questa stagione. “Eravamo partiti con altri obiettivi, ma ormai siamo in ballo”.

Sognare, d’altronde, non costa nulla. Ma richiede il massimo impegno: “C’è ancora tanto da sistemare – sottolinea il classe ’98 -. Non possiamo definirci una squadra del tutto rodata, ma di certo siamo un gruppo che, settimana dopo settimana, cerca di correggere gli errori e di limare i propri difetti”. Alcuni nei da eliminare e tanti pregi da sfruttare: “Fisicamente stiamo molto bene, anche grazie al lavoro del prof. Radice”. A disposizione di Budoni una rosa giovane e lunga: “Caratteristiche che ci permettono di pressare tutta la partita, e questo ci piace molto”.

La freschezza atletica rappresenta la migliore qualità dell’Olimpus, ma anche del prossimo avversario dei Blues, la Roma: “La sfida contro i giallorossi ci stimola molta. Nonostante la classifica, parliamo di una squadra che ha messo in difficoltà diverse big. Hanno individualità importanti, sarà una gara ricca di agonismo ed emozioni”, il pronostico di Alessio, che spera di migliorare il 5-5 dell’andata. “Dovremo stare attenti alle situazioni di palla inattiva e, più in generale, sarà importante mantenere la concentrazione alta per tutti i quaranta minuti”. Massimo rispetto per i ragazzi di Di Vittorio: “Se gli viene lasciato campo aperto, sono in grado di punirti. Dovremo farli giocare il meno possibile”, il monito Di Eugenio. Pochi errori per centrare altri tre punti: l’Olimpus non vuole smettere di sognare.


*Foto Giada Giacomini
Ufficio Stampa Olimpus




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità