skin adv

Coronavirus, verso una nuova proroga: "Ripartire il 3 maggio è irrealistico"

 29/03/2020 Letto 813 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Nell’ultima conferenza stampa “urbi et orbi” (in streaming e in contemporanea sulle principali emittenti televisive) Giuseppe Conte non l’ho ha detto, ma lo ha fatto capire a chiare lettere: Il lockdown da Coronavirus proseguirà e, di conseguenza, non si tornerà all’attività agonistica sportiva. In qualsiasi disciplina sportiva.

AVANTI COSÌ Nemmeno da Vincenzo Spadafora arrivano conferme di una proroga verso quel 18 aprile, ipotizzata dal CorSera, ma è fin troppo evidente la situazione in cui versa l’Italia, uno dei paesi più colpiti da Covid-19. “Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico - spiega il Ministro dello Sport - domani proporrò di prorogare per tutto aprile il blocco delle competizioni sportive di ogni ordine e grado. Ed estenderò la misura anche agli allenamenti, sui quali non eravamo intervenuti perché c’era ancora la possibilità che si tenessero le Olimpiadi”. Quando la pandemia sarà conclusa, inizieranno altri problemi da risolvere, in primis una crisi che colpirà lo sport in generale. “Lo sport non è solo il calcio e il calcio non è solo la serie A - continua Spadafora - destinerò un piano straordinario di 400 milioni allo sport di base, alle associazioni dilettantistiche sui territori, a un tessuto che sono certo sarà uno dei motori della rinascita”.

Redazione C5Live

 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità