skin adv

Il Bologna rimonta e fa suo il derby, Carobbi: "Bravi a crederci fino in fondo"

 03/12/2023 Letto 156 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    BOLOGNA FC





Il Bologna volta pagina dopo la sconfitta contro il Real Fabrica e lo fa nel migliore dei modi: vincendo il temuto e attesissimo derby contro la Dozzese. Il successo arriva dopo una gara combattuta colpo su colpo, con i rossoblù sempre a rincorrere il pareggio. La stoccata finale, su portiere di movimento, è degna delle squadre più impavide: mister Carobbi mette a rischio il sudato pareggio e vince. Il testa a testa fra le due seconde in classifica porta i rossoblù, nell'anticipo dell'8a giornata, temporaneamente al 1° posto insieme alla Ternana, con 16 punti. 
 
Sin dai primi minuti della gara è evidente che sarà il puro agonismo ad ispirare le giocate. I primi minuti sono equilibrati, con le due compagini che si alternano sulla scena offensiva. La rete di Gallinica, al 6', su diagonale sul secondo palo, cambia l'andamento della partita. I rossoblù si ritrovano sotto pressione, costretti ad un lavoro di contenimento totalizzante che limita notevolmente le occasioni di tiro dei gialloblù. Al 9' e all'11' la Dozzese si fa pericolosa con Drago e Creaco, mentre i locali, contratti nella propria metà campo, tornano con decisione in attacco solo al 18'. L'ingresso di Spadoni sposta i riflettori sull'area di Sangiorgi/Sapia. Negli ultimi due minuti della frazione Spadoni, Badahi e Ansaloni assaltano la porta avversaria, ostacolati dall'ottima difesa della Dozzese. Il primo tempo si chiude con i gialloblù in vantaggio di una rete: l'esperienza di giocatori dalla brillante carriera da una parte, l'energia e il coraggio dei giovani rossoblù dall'altra.
 
La seconda frazione è all'insegna dello spettacolo. Il Bologna riparte sulla scia del finale della precedente frazione, ma è il capitano Drago, dopo un solo minuto, a tentare di ridimensionare le velleità dei locali: tiro basso che s'infila sotto la gambe di Paciaroni. I rossoblù si ritrovano sotto di due reti, eppure è nel momento più difficile che sfoderano tutta la loro grinta. Ansaloni, lancia in resta, attacca senza sosta, riuscendo nella missione: al 5', ricevuta la palla, si ferma e, presa la mira, con un rasoterra sul primo palo accorcia le distanze. Nella ripresa il Bologna alza pressione e ritmo di gioco, con la Dozzese che accusa la velocità di manovra locale. Gli ospiti tornano alla ribalta, fra 9' e 10', quando è Paciaroni a volare per respingere i pericolosi colpi di Kakà & Co. Al 13' è quest'ultimo, incolpevole, a siglare il pareggio dei rossoblù: il Bologna tira verso la porta, la palla rimbalza sui piedi di Kakà che si ritrova a deviare in rete. La Dozzese reagisce ed è ancora il portiere rossoblù a fermare i colpi che superano la difesa locale. I padroni di casa, nervi saldi e fiato da vendere, sono pronti alla manovra più rischiosa: il portiere di movimento. Mister Carobbi fa indossare la casacca a Signorini, dando il via all'offensiva. La Dozzese, nel tentativo di respingere gli avversari, arriva a cinque falli. Al 17' Pritoni tira, il portiere respinge e il capitano Guandeline insacca di rimpallo. Il Bologna, a poco più di due minuti dalla fine, si ritrova in vantaggio. Ora è la Dozzese a giocare col portiere di movimento. Il Bologna arretra, alza la guardia attorno a Paciaroni e respinge colpo su colpo con un grande lavoro di squadra. La fortuna aiuta gli audaci e il fischio finale significa esultanza per i rossoblù. Onore all'avversario, protagonista, insieme ai padroni di casa, di una gara degna di un grande sport.
 
Il Bologna vince il derby contro una delle favorite alla vittoria del girone, ma, prima di tutto, vince la gara contro se stesso, rialzandosi, e ritrovandosi, subito dopo la pesante sconfitta contro il Real Fabrica. 
 
Di seguito le dichiarazioni di mister Carobbi:
«Abbiamo riflettuto durante la settimana: quello di sabato scorso è stato un incidente di percorso, una gara approcciata male con un avversario che poteva metterci in difficoltà e così è stato. Eravamo riusciti a riprenderla, ma qualcosa è mancato nell'atteggiamento. La partita di oggi, invece, si è rivelata esattamente il contrario rispetto a come l'avevamo preparata. La Dozzese ha fatto una partita importante, è stata attenta, mentre in altre occasioni un po' meno in fase difensiva. Peccato aver preso un goal di troppo, che ha reso più dura la gara. Ma i miei giocatori sono stati bravi: ci hanno creduto fino in fondo. Ci tengo a ringraziare i miei ragazzi, tra cui Enzo Giambrone, che fanno tanto. Abbiamo lavorato molto in settimana e credo si sia visto in campo, indipendentemente da com'è andata tatticamente. E poi siamo una squadra che corre fino alla fine: se la Dozzese, forse, è calata un pochino nel secondo tempo, noi siamo venuti fuori. Aver giocato, a tre minuti dalla fine, sul pari, col portiere di movimento, per chi mi conosce sa che è normale. Quando hai una simile cornice di pubblico, quando hai ragazzi giovani, quando devi infondere un credo forte nei giocatori, bisogna far capire loro che si deve sempre giocare per vincere e fare spettacolo. Si azzarda, è un rischio, ma se si fa credendoci è una cosa, se si fa tanto per fare, è altro. Noi ci lavoriamo in settimana. Non nego che la giocata di oggi col portiere di movimento sia stata anche fortunata: c'è stato un rimpallo davanti alla porta e Joao è stato bravo a metterla dentro».
 
Il calendario della 9a giornata, ovvero sabato 9 dicembre, prevede per Bologna un'altra sfida ad alto tasso adrenalinico: l'avversario sarà il Russi, in una sorta di derby emiliano-romagnolo con tanti volti noti, fra ex compagni di squadra e amici. L'appuntamento, fuori casa per i rossoblù, è a Russi, presso il Palazzetto dello sport Fabio Valli, alle ore 17.00.
 
BFC 1909 FUTSAL - DOZZESE FUTSAL: 3-2
DOZZESE FUTSAL: Sapia, Sangiorgi, Lefons, Martella, Creaco, Baraccani, Drago, Hassane, Gallinica, Dos Santos, De Lollis, Manueli. All. Vanni.
BFC 1909 FUTSAL: Paciaroni, Spadoni, Signorini, Guandeline, De Vecchis, Pritoni, Oliveira, Badahi, Barbi, Ansaloni, Radesco, Anselmo. All. Carobbi.
ARBITRI: Acella di Macerata e Quartaronello di Messina; cronometrista, Staffelli di Reggio Emilia.
MARCATORI: p.t. 6'25'' Gallinica (D); s.t. 1'28" Drago (D), 5'08" Ansaloni (B), 13'52" autogoal Kaka' (D), 17'47" Guandeline (B).
AMMONITI: Martella (D), Creaco (D), Oliveira (B), Guadeline (B), Gallinica (D).
ESPULSI: -


COPIA SNIPPET DI CODICE











-->