skin adv

Derby emiliano-romagnolo per il Bologna, Pritoni: "Russi organizzato, serve attenzione"

 08/12/2023 Letto 126 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    BOLOGNA FC





Archiviato il successo nel derby contro la Dozzese, prova di forza dopo la scivolata di Viterbo, il Bologna si appresta ad affrontare un'altra ardua e, al contempo, stimolante sfida contro i vicini di casa del Russi.  La 9a giornata vedrà, l'un contro l'altro, due amici ed ex compagni di panchina nell'Imolese di Matera quali Alberto Carobbi e Simone Bottacini. Sarà anche la giornata degli 'ex', con Spadoni che tornerà in quella che è stata la sua casa sportiva fino a pochi mesi fa e Beltrami che, dal Russi, saluterà gli ex compagni del Bologna. L'appuntamento, a cui si presenteranno un Russi 10° con 5 punti e un Bologna 2° con 16 punti, sarà per sabato 9 dicembre alle ore 17.00 presso il Palazzetto dello sport Fabio Valli.
 
Nella stagione appena trascorsa il Russi ha vinto il girone di serie B, ottenendo la promozione diretta, e storica, in A2. I punti finali, 58, hanno permesso agli arancioneri di tenere alle proprie spalle, in classifica, Dozzese, Potenza Picena,Ternana e Buldog Lucrezia, ritrovate nel campionato in corso. I movimenti del mercato estivo hanno rinnovato il gruppo di Simone Bottacini, per il terzo anno consecutivo sulla panchina romagnola: sono arrivati gli esperti Torres, pivot spagnolo del '95,  Zamboni, centrale argentino classe '88,  Argnani, laterale dell''89; nonché il giovanissimo Navarro, centrale classe 2005, e Beltrami, laterale del '99. Per la squadra romagnola il campionato di A2 è partito in salita: zero punti accumulati in trasferta, nonostante la combattività dimostrata in campo; una vittoria e due pareggi in casa. Il campo casalingo si conferma fortino inespugnabile per gli avversari. 
 
I rossoblù dovranno far tesoro di quanto espresso nel secondo tempo della gara contro la Dozzese, affinché diventi un modus agendi consolidato: risolutezza, audacia, ferma volontà di lottare e, soprattutto, di vincere. In svantaggio di due reti, nella ripresa rimontano, segnando la rete della vittoria a due minuti dalla fine. Contro il Russi, su un campo tanto caloroso per i padroni di casa, amati e protetti dai tifosi, quanto ostile per gli avversari, il Bologna dovrà essere lucido e concentrato come non mai. Fuori Spada, per cui si prospetta una fine anticipata della stagione, causa infortunio, il rientro di capitan Cavina sarà da valutare. Sarà presente, invece, il titolare più giovane del gruppo di mister Carobbi, Jacopo Pritoni. Indossata la casacca della Nazionale Under 19 di Bellarte nella passata stagione, il laterale ferrarese classe 2004 è alla seconda stagione nel Bologna. 
 
Di seguito, le sue dichiarazioni: «Ci siamo rialzati dopo una partita storta che può capitare a tutti. Lo abbiamo fatto continuando a lavorare sodo come facciamo sempre. Il primo tempo con la Dozzese non è cominciato nel migliore dei modi per noi: abbiamo preso un goal che potevamo evitare. Nella ripresa lo svantaggio di due goal avrebbe potuto abbatterci e, invece, abbiamo alzato la pressione, diventando più aggressivi. Un pizzico di fortuna e la voglia di vincere ci hanno permesso, prima, di pareggiare, poi di vincere il derby. Il Russi ha un gioco completamente diverso dal nostro: hanno un mister, Bottacini, che ho avuto anch'io all'Imolese. E' molto bravo in entrambe le fasi del gioco, in primis nell'attacco, e studia molto le squadre avversarie. Mi aspetto un Russi ben organizzato, dunque dovremo essere particolarmente attenti in difesa. Non hanno avuto un avvio di campionato semplice, ma sono certo che emergerà la loro consapevolezza di gruppo: hanno stravinto il campionato la scorsa stagione e dimostreranno anche quest'anno chi sono. E' un buon mix di giovani e di esperti, che ha saputo mettere in difficoltà, sabato scorso, la Ternana prima in classifica: hanno sì perso, ma di poco. Quella di sabato sarà una gara molto impegnativa, in cui il pubblico rappresenterà un'ulteriore variabile. Loro saranno il sesto uomo in campo e noi dovremo essere bravi ad isolarci, facendoci scivolare tutto addosso e pensando solo sul nostro gioco. In generale noi dobbiamo sempre ragionare su una partita alla volta, con serenità, senza guardare alla classifica, né nostra, né dell'avversario. Vincere non è facile: bisogna essere sempre e comunque concentrati».


COPIA SNIPPET DI CODICE











-->