skin adv

Fasano, k.o. e polemiche nel derby: "Arbitraggi discutibili, chiediamo rispetto"

 10/04/2018 Letto 332 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    STONE FIVE FASANO





Lo Stone Five Fasano non riesce nell’impresa di fare suo il derby pugliese contro la Salinis e perde la trentesima giornata di campionato per 4-2 al PalaBorgia di Barletta, contro la compagine rosanero, ancora in lizza per raggiungere un posto ai playoff.
 Le biancazzurre restano inchiodate a 19 lunghezze, in pienissima zona playout, ma le ottime prove recenti lasciando quello spiraglio di speranza alla compagine allenata da mister Monopoli per una salvezza clamorosa e meravigliosa, ancora assolutamente possibile, forse passando dai playout (al momento matematici, con la situazione Pescara da tenere sotto controllo). 
Anche con la Salinis, lo Stone Five ha dato prova di avere nelle proprie corde un gioco fluido e solido, ma soprattutto una dose abbondante di coraggio e di grinta, magari utile nella zona decisiva di campionato, quella post regular season, dove solamente chi ha voglia di rimanere nella massima serie riuscirà a farlo.
 Il Fasano sta dimostrando questo: voglia, carattere, determinazione, nonostante la sconfitta prima con il Montesilvano, poi con la Salinis.



IL MATCH - Carolina Cenedese parte dall’inizio, a differenza della gara interna di due settimane fa, con lei Napoli, Belam, Dos Santos e Mango tra i pali. 
La partenza è tutt’altro che felice, la squadra di mister Cocco trova prima il vantaggio a 19’’ dall’inizio con un bolide della Rozo, poi raddoppia a metà frazione con la Dalmaz, che sfrutta il lancio chirurgico della Tardelli e un’indecisione della Mango.
 Il Fasano non molla, la Cenedese accorcia con una punizione mancina a fine primo tempo e pareggia i conti ad inizio ripresa con la Dos Santos, andando subito dopo vicinissima al vantaggio, sventato da una prodezza della Tardelli.
 La gara si decide a metà ripresa, con la doppietta di Azevedo, prima con un tap in vincente, poi con un rigore per un mani della Belam.
 Nel finale, il palo della Cenedese, prima della sirena che sancisce il 4-2.



DECISIONI DISCUTIBILI - Non siamo il tipo di società che cerca alibi per spiegare le sconfitte, anzi, rendiamo onore alla Salinis, così come abbiamo fatto con qualsiasi altra squadra, ma ci sentiamo di dire che più volte in questa stagione abbiamo assistito ad arbitraggi esageratamente discutibili.
 I sacrifici e gli sforzi fatti sin da inizio stagione, non devono essere resi vani da qualche decisione arbitrale assurda e sconsiderata, per questo pretendiamo rispetto e di essere trattati come ogni altra compagine.
 Più attenzione su qualche decisione renderebbe ancora più avvincente e spettacolare questo sport. Ci auguriamo che questa prese di posizione serva ad una maggiore concentrazione da adesso in poi.




Ufficio Stampa Stone Five Fasano




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità