skin adv

Città dei Papi, fiducia Tommasi: "Mi piacerebbe riconfermare l'intera rosa"

 29/04/2020 Letto 325 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Alessandro Cappellacci
Società:    REAL CITTA DEI PAPI





Una delle note liete della stagione del Real Città dei Papi riguarda proprio la sua guida tecnica: Andrea Tommasi. Il trainer, subentrato a Pio Caponera dopo sette giornate, ha saputo prendere per mano la squadra e, in attesa della decisione definitiva sull’esito dei campionati, condurla alla salvezza.

L’ANNATA - “Il bilancio è positivo, anche se non mi soddisfa pienamente - premette l’allenatore -. Venendo dalla panchina del Frassati Anagni, ho dovuto rinunciare alla preparazione, perdendo, così, la possibilità di impostare la squadra secondo i miei pensieri tecnico-tattici. Entrare a stagione in corso non è mai facile, ma spero di aver instaurato con i ragazzi un bel rapporto sincero”. Il buon lavoro svolto da Tommasi è stato più che sufficiente per guadagnarsi la riconferma sulla panchina del Città dei Papi, dove, finalmente, potrà di fatto sedersi. “Quest’anno ho pagato il fatto di aver dovuto gestire il ruolo di allenatore da lontano - spiega il tecnico -. La cosa positiva di quando riprenderemo è che, finalmente, potrò stare in campo”.

LA SQUADRA - Per Tommasi sarebbe importante poter ripartire da un gruppo già amalgamato. “Mi piacerebbe mantenere almeno il 90% del roster - afferma Tommasi -, a partire dagli Under, sui quali punto fortemente. Confermerei anche i giocatori che mi hanno seguito dal Frassati e quelli che, con molto piacere, ho trovato qui al mio arrivo”. La costruzione della squadra, però, potrebbe essere condizionata dalle conseguenze derivanti dall’attuale emergenza sanitaria. “Questo disastro porterà a un dissesto economico-finanziario delle società - sostiene Tommasi -, rischiando di colpire anche noi. Se ciò dovesse accadere, mi auguro che i ragazzi capiscano, affinché venga riconfermata interamente la rosa, con l’aggiunta, magari, di qualche rinforzo”. L’obiettivo per la stagione successiva, in ogni caso, sarà quello di migliorare sotto ogni aspetto. “Mi auspico che la prossima annata sia la più soddisfacente possibile - chiosa -, perché il presidente se lo merita e, perciò, l’impegno da parte mia sarà massimo. Cercheremo, infine, di sistemare tutto ciò che non è andato bene finora, stabilendo anche dei ruoli societari precisi”.


Alessandro Cappellacci





Pubblicità