skin adv

Ranieri sveglia l'Italpol: "Mettiamocelo in testa, serve continuità"

 04/12/2020 Letto 98 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    ITALPOL





Ancora due gare consecutive per l’Italpol che sabato 5 dicembre recupererà la casalinga con la Nordovest e martedì 8 andrà in trasferta in casa dell’Olimpus primatista. La vittoria sofferta con la Lazio ha dato un attimo di respiro a livello di classifica ma ha evidenziato comunque il momento non ottimale dei bianco-blù ancora poco concreti e fortunati sottoporta. Intanto sabato e martedì altri due derby dal sapore forte: prima la Nordovest, squadra ostica a ben organizzata che negli anni ha sempre dato vita contro l’Italpol a partite belle e intense. Poi l’Olimpus capolista che a oggi su cinque gare giocate, ne ha vinte quattro e pareggiata una soltanto senza mai perdere. Fabrizio Ranieri analizza il doppio derby. "Non abbiamo fatto una grande gara con la Lazio ma non ci dimentichiamo che è una squadra molto ostica e aggressiva che fino a oggi ha dato fastidio a tutte le avversarie. Spesso commettiamo l’errore di pensare che una gara sia più facile di quanto poi non lo sia sul campo e questo è sbagliatissimo. E’ un campionato difficile, ancora di più sotto covid perché non hai continuità e finché non ce lo mettiamo in testa, non andremo lontano. Mettiamoci pure che non siamo in un gran momento di forma e bisogna avere l’intelligenza di capire che le partite non devono essere vinte per forza in scioltezza ma si possono vincere anche di un gol a due minuti dalla fine. Questo per dire che troppo spesso sentiamo la pressione".
 
Come si esce da questo momento?
“Sicuramente dobbiamo ricominciare a giocare con tranquillità perché avere fretta di vincere non porta ne punti ne buon umore. E’ un campionato difficile più degli altri anni e non siamo noi la squadra che deve ammazzare il campionato o avere pressioni. Sono sicuro che giocando con più serenità migliorerebbero anche le prestazioni”.
 
Sabato la Nordovest, poi l’Olimpus. Come valuti le due partite?
“Uguali, sullo stesso piano. Dobbiamo essere noi a cambiare atteggiamento giocando con più umiltà. Domani affrontiamo una squadra compatta in una gara molto difficile, dove avere la testa già all’Olimpus non porterebbe nulla di buono. E’ chiaro che la partita di martedì sarà un piacere andarla a giocare, una bella sfida contro un grande gruppo. La Nordovest per noi è fondamentale, quella con l’Olimpus viene di conseguenza: ce la giocheremo con più serenità. E’ una partita che per noi non è importante come lo è per loro, quindi spero di divertirmi e giocarla come si affrontano le belle partite di futsal”.
 
Ufficio stampa



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità