skin adv

C1 e C Femminile, ripartenza il 17 aprile? Tamponi, contributi e impianti i nodi

 18/03/2021 Letto 891 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    VARIE





Il lungo periodo di attese, frustrazioni, difficoltà e speranze sembra al capolinea: la luce della ripartenza, per i campionati di vertice del futsal laziale, si staglia in fondo al tunnel. Dopo gli incontri con le società, la LND ha trasmesso alla FIGC i format per il nuovo inizio di Serie C1 e Serie C Femminile, categorie che, salvo sorprese, torneranno in campo grazie al riconoscimento dell’interesse nazionale. A patto, ovviamente, di ricevere il nulla osta dal massima istituzione del calcio italiano.

SERIE C1 - Due raggruppamenti, uno da 8 e l’altro da 7 squadre. Si ripartirà da zero, probabilmente dal 17 aprile, e si disputerà solamente il girone d’andata, con successivi playoff per l’assegnazione di due posti per la prossima Serie B. I dubbi, però, restano molti. A partire dal protocollo sanitario, sul quale sono attese novità dal CR Lazio: probabile che si applichino le stesse regole dei campionati nazionali, con un giro di tamponi valido sia per la gara del sabato che, eventualmente, per il successivo match infrasettimanale. Il nodo, a tal proposito, è chiaramente di natura economica: molti club hanno aderito con riserva e vogliono garanzie certe su contributi per sostenere l’impegno necessario. Ai problemi da risolvere si aggiunge un Lazio in zona rossa: vari circoli sono chiusi per le disposizioni governative e il rischio è l’impossibilità di svolgere anche solo gli allenamenti. Di seguito la probabile composizione dei gironi:

GIRONE A: AMB Frosinone, Albano, Atletico Ciampino, PGS Santa Gemma, Real Castel Fontana, Roma Futsal, Technology, Vigor Perconti
GIRONE B: Aranova, Atletico Grande Impero, CCCP, Città di Anzio, Cortina, Spes Poggio Fidoni, Valentia

SERIE C FEMMINILE - Dalle 16 che si erano presentate ai blocchi di partenza della stagione 2020-2021 alle 8 che, con ogni probabilità, battaglieranno in un’edizione ridotta della massima categoria del futsal regionale in rosa. È una Serie C Femminile che, dunque, perde il 50% delle compagini quella che si prepara al nuovo restart. Le difficoltà all’orizzonte sono le stesse della C1 maschile, ma la formula è differente: sì alla disputa del solo girone d’andata, ma niente playoff e promozione in A2 solo per la prima classificata.

GIRONE UNICO: Atletico Tirrena, Futsal Pontinia, La Coccinella, Littoriana, Real Praeneste, Roma Calcio Femminile, Trastevere, Virtus Fondi


Redazione




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità