skin adv

#futsalmercato, aspettando Espindola: è l'Italservice Pesaro dei tre tenori

 15/06/2021 Letto 539 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Redazione
Società:    PESARO





Aspettando le Finals scudetto - proprio del PalaPizza - e l’arrivo sempre più probabile di Carlos Espindola in uscita da ElPozo Murcia (LEGGI QUI), l’Italservice Pesaro si tiene stretto i suoi gioielli.

NON C’E’ DUE SENZA TRE il proverbio ad hoc per i campioni d’Italia in carica: due iridati e un campione d’Europa restano alle dipendenze di Fulvio Colini. Dopo Taborda e Borruto, è il turno di Honorio estendere il proprio accordo con il sodalizio di Pizza. La ratifica in un comunicato ufficiale.

LA NOTA Mentre la squadra si prepara alla attesissime Final Four scudetto del Pala Nino Pizza, arriva una notizia meravigliosa: Humberto Honorio sarà un giocatore dell’Italservice Pesaro fino al 30 giugno 2023. Ufficiale l’accordo che lega il vicecapitano biancorosso al sodalizio di patron Lorenzo Pizza per ancora due anni. Ovvio che non dobbiamo essere noi oggi a ricordarvi di che pasta è fatto Honorio, un uomo che in carriera ha vinto tutto e soprattutto dotato di un’umanità al di sopra della media. Tranquillo, razionale, esperto e chi ne ha più ne metta. Lo abbiamo intercettato, ci ha raccontato le sue sensazioni post rinnovo e ci ha dato una grande mano perché noi le parole per lui le abbiamo terminate: “Mi piace troppo questo sport, mi sento bene e credo che potrò continuare a dare tutto per aiutare i miei compagni. Se mi guardo indietro, sono cambiato nel corso degli anni, soprattutto dal punto di vista mentale. Sono cresciuto. Il fisico è ovvio cambia un po’ ma con ancora più sacrifici riuscirò a mantenere questi livelli”. Massimi livelli, quelli puntati anche dall’Italservice: “La società ha la mentalità giusta per crescere ancora, il mio obiettivo resta lo stesso ovvero provare a vincere, sempre. I titoli passati sono ormai in bacheca, non contano più. La mia sfida più grande è dimostrare a me stesso che posso ancora competere. Poi ho sempre il supporto della mia famiglia, sempre presente, mia moglie è la Colini di casa (ride, ndr) e quando torno sa quali tasti toccare per aiutarmi e spronarmi sempre di più”. Il desiderio di Honorio è lo stesso di tutto il popolo biancorosso.

Redazione C5Live





Pubblicità