skin adv

Cuzzo e Borruto non lascia nulla: Italservice pigliatutto, è anche festa tricolore

 21/06/2021 Letto 482 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





La sesta finale di fila porta in dote all’Italservice Pesaro il quarto titolo consecutivo, il secondo scudetto della sua storia. Forti del 7-1 dell’andata, i campioni in carica sconfiggono ancora la Meta Catania al PalaPizza nella gara di ritorno, stavolta di misura, rimanendo sul tetto d’Italia al netto della scorsa stagione non portata a termine, causa lockdown ed emergenza sanitaria da coronavirus. Colini entra nella storia del calcio a 5, con il sesto scudetto (per la prima volta due con la stessa società) eguaglia il Mago Velasco. Honorio sempre più leggenda con l’ottavo tricolore, nonostante una “vecchietta” di troppo lo metta fuorigioco.

LA PARTITA Colini ritrova De Oliveira, al rientro dopo la squalifica, e rimette in campo Taborda: Marcelinho, l’uomo del primo scudetto è fuori. Samperi dà fiducia a Mambella, con Venancio, Josiko, Musumeci e Italo Rossetti nello starting five. Per la prima volta nella Final Four scudetto l’Italservice non segna nei primi minuti. Anzi, subisce la rete immediata di Josiko. Colini redarguisce subito i suoi per l’approccio molle. E le urla del tecnico biancorosso fanno effetto: Taborda riporta il risultato in parità. Italservice al piccolo trotto, Meta spigliato, combattivo e gagliardo: 1-1 all’intervallo. Miarelli si distingue anche in apertura di ripresa, salvando su tocco ravvicinato di Venancio Baldasso. Il Pesaro si affida alle ripartenze ed è pericoloso con De Oliveira, Borruto e Cuzzolino. Samperi vuole vincere almeno la partita e si gioca la carta di Baisel portiere di movimento. Ed è proprio l’argentino a deviare in rete una conclusione di Rossetti. Ma il Pesaro non ci sta e la ribalta in 1’40”, col made in Argentina: Cuzzolino e Borruto. Miarelli nega il 3-3 a Rossetti. È un Italservice che non lascia nulla, si prende tutto. Stavolta a casa sua. E Michele Miarelli vince il titolo di MVP della finale scudetto.

ITALSERVICE PESARO-META CATANIA BRICOCITY 3-2 (1-1 p.t.)
ITALSERVICE PESARO:
Miarelli, Tonidandel, Borruto, Canal, Jefferson, Ciappici, Ceccolini, Fortini, Salas, Taborda, Cuzzolino, De Oliveira, Vesprini, Guennounna. All. Colini

META CATANIA BRICOCITY: Mambella, Rossetti, Baldasso, Josiko, C. Musumeci, Messina, Silvestri, Kuraja, Suton, Fabinho, Baisel, Biagianti, Rinaudo, Dovara. All. Samperi

MARCATORI: 1'03" p.t. Josiko (M), 6'22" Taborda (P), 14'49" s.t. Baisel (M), 16'14" Cuzzolino (P), 17'54" Borruto (P)

AMMONITI: Fabinho (M), Salas (P), Rossetti (M), Josiko (M), Suton (M)

ARBITRI: Angelo Galante (Ancona), Dario Pezzuto (Lecce), Stefano Parrella (Cesena) CRONO: Lorenzo Cursi (Jesi)

NOTE: presenti il Presidente della Divisione Calcio a 5 Luca Bergamini, il Vicepresidente Vicario Alfredo Zaccardi, i Consiglieri Antonio Scocca, Umberto Ferrini, Donato Giovanni Allegrini, Stefano Salviati, Stefano Castiglia, Andrea Farabini

 

SERIE A – PLAYOFF SCUDETTO

QUARTI DI FINALE
1) ITALSERVICE PESARO-SIGNOR PRESTITO CMB 8-3 (gara-1 5-2, gara-2 4-5)
2) FELDI EBOLI-SYN-BIOS PETRARCA 4-4 (7-1)
3) CAME DOSSON-SANDRO ABATE AVELLINO 4-2 (8-5, 1-2)
4) ACQUA&SAPONE UNIGROSS-META CATANIA BRICOCITY 1-2 (7-0, 3-4)

FINAL FOUR – PALA NINO PIZZA – PESARO

SEMIFINALI
X) FELDI EBOLI-ITALSERVICE PESARO 1-2 (1-4)
Y) META CATANIA BRICOCITY-CAME DOSSON 5-3 d.t.s. (1-2)

FINALE
ITALSERVICE PESARO-META CATANIA BRICOCITY 3-2 (and. 7-1)

ALBO D'ORO
1984 Roma Calcetto, 1984/1985 Roma Calcetto, 1985/1986 Ortana, 1986/1987 Marino, 1987/1988 Roma RCB, 1988/1989 Roma RCB, 1989/1990 Roma RCB, 1990/1991 Roma RCB, 1991/1992 BNL Roma, 1992/1993 Torrino, 1993/1994 Torrino, 1994/1995 BNL Roma, 1995/1996 BNL Roma, 1996/1997 BNL Roma, 1997/1998 Lazio, 1998/1999 Torino, 1999/2000 Genzano, 2000/2001 Roma RCB, 2001/2002 Prato, 2002/2003 Prato, 2003/2004 Arzignano, 2004/2005 Perugia, 2005/2006 Arzignano, 2006/2007 Luparense, 2007/2008 Luparense, 2008/2009 Luparense, 2009/2010 Montesilvano, 2010/2011 Marca, 2011/2012 Luparense, 2012/2013 Marca, 2013/2014 Luparense, 2014/2015 Pescara, 2015/2016 Asti, 2016/2017 Luparense, 2017/2018 AcquaeSapone, 2018/2019 Italservice Pesaro, 2019/2020 non assegnato, 2020/2021 Italservice Pesaro





Pubblicità