skin adv

La Rocca del Regalbuto: “Contento di dare sicurezza e tranquillità alla squadra”

 11/11/2021 Letto 576 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    REGALBUTO





Dopo tre vittorie consecutive, il 2-2 maturato contro il Melilli ha interrotto la marcia a punteggio pieno del Regalbuto. La formazione di Reali ha perso la vetta, ma nel derby ha confermato tutto il proprio potenziale, ottenendo un punto prezioso al cospetto di un grandissimo avversario. Nella trasferta sul campo del Capurso, l’obiettivo è tornare subito a correre, per rilanciare le proprie ambizioni di vertice e non perdere ulteriore terreno dal Cosenza.

“Giochiamo sempre per vincere, ma ogni tanto non fa male accontentarsi di un punto, soprattutto quando si affronta una formazione attrezzata per puntare a vincere il campionato”. Gabriel La Rocca accoglie così il pari dell’ultimo match. Con saggezza, consapevole dell’ottimo lavoro portato avanti finora da tutto il gruppo. “Un passo per volta, sempre con umiltà e con il massimo impegno - continua l’estremo difensore -. Abbiamo dimostrato ancora una volta di essere una squadra compatta”. E con una difesa di ferro, la migliore di tutta la Serie A2, con appena tre gol subiti in quattro gare: “Al momento, è senza dubbio il nostro punto di forza - sottolinea il portierone venezuelano -. Merito mio? La verità è che ognuno sa cosa fare. Ovviamente sono contento di dare sicurezza e tranquillità alla squadra con le mie prestazioni, ma non mi accontento: si può sempre migliorare”.

Il punto contro il Melilli è stato accolto con serenità, ma in casa Regalbuto c’è voglia di ritrovare il successo, per restare a contatto con la vetta. Senza, però, sottovalutare il Capurso: “Ci aspetta un’altra partita dura, contro una formazione agguerrita, che non molla mai”, avvisa il classe ’86, che non si fida della classifica. “Il girone è molto equilibrato e ogni gara nasconde delle insidie. Sulla carta ci sono formazioni che possono sembrare più forti perché hanno a disposizione giocatori di esperienza, ma a parlare è sempre il campo - conclude La Rocca -. Sabato, dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni sottoporta”. Per tornare subito a correre.


Antonio Iozzo





Pubblicità