skin adv

Rabbia Eur in Coppa Divisione. "Noi, costretti all'inversione di campo"

 20/10/2022 Letto 972 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    EUR





Nella sfida di Coppa Divisione, l’Eur, nonostante un grande primo tempo, ha maturato una sconfitta contro la Fortitudo Pomezia di Serie A. La vera disfatta per la nostra società è stata nel dover richiedere l’inversione di campo a causa dell’indisponibilità del To LIVE Sports Center (precisiamo esente da colpe). 

LA NOTA - Questa paradossale situazione non fa altro che confermare le gravissime problematiche che riguardano l’impiantistica sportiva romana indoor. Ad oggi gli impianti fruibili si contano sulla punta delle dita e rendono la pratica del nostro sport quasi impossibile. A soffrire di questa crisi non è solo il futsal ma anche il basket, il volley, la pallamano e tutte quelle discipline per cui il campo coperto è imprescindibile per regolamento. La nostra società, attraverso la figura del Presidente Cirillo, si è rivolta alle istituzioni diverse volte per richiedere la modifica di alcune norme tecnico/urbanistiche per poter incentivare lo sviluppo dell’impiantistica sportiva. Senza un intervento della Regione Lazio di Roma Capitale e delle forze politiche sarà impossibile fare sport indoor nei prossimi anni nella capitale d’Italia.  Compendiamo che le priorità e le emergenze di questo paese siano altre, ma decine di società e migliaia di tesserati si trovano e si troveranno impossibilitati a praticare lo sport che amano solamente per l’assoluta indifferenza che le istituzioni da decenni dimostrano nei confronti degli sport "minori". Se esistono delle possibilità per risolvere questa problematica pretendiamo che chi di dovere, Alessandro Onorato del Comune di Roma, Regioni LAZIO, CONI, FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Nazionale Dilettanti, Divisione Calcio a cinque) prenda atto realmente della situazione attuale e se ne occupi al più presto, raccogliendo il grido di allarme di numerose società che certamente rappresentiamo con questo grido di allarme.

Ufficio stampa




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità